HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAviano: Condannato pilota americano per pedofilia e violenza sessuale

Aviano: Condannato pilota americano per pedofilia e violenza sessuale

di

E’ stato condannato a quattro anni di reclusione per il possesso di materiale pedopornografico ed è stato congedato con disonore per un militare  29enne in servizio militare alla base di Aviano, in provincia di Pordenone

avianoQuesta è stata una decisione presa dalla corte marziale statunitense per questo aviere americano, già condannato a 20 anni di reclusione al primo processo negli Stati Uniti, dove sta già scontando la pena in isolamento per violenza sessuale su minori.

Mentre si stava indagando sui fatti che lo hanno portato a questa condanna ventennale del militare, gli investigatori hanno scoperto  del materiale pedopornografico, grazie però ad una soffiata anonima, e questo non ha fatto altro che aggravare la situazione penale e la condotta del militare, portandolo a questa condanna con il congedo per disonore e inoltre alla sospensione di qualsiasi indennità e retribuzione.

L’aviatore indagato e condannato era di stanza alla base di Aviano, ma assegnato in un altra struttura militare italiana. Le indagini accuserebbero l’imputato di aver usato violenza ai danni di una minore nel maggio 2012 presso un residence di Pisa e il possesso di materiale pedopornografico.

La magistratura italiana aveva condotto una prima inchiesta, con il coinvolgimento poi dei cittadini statunitensi, la questione era passata nelle mani della giustizia militare americana. Da allora, marzo 2013, pende su di lui la condanna a 20 anni di reclusione decisa dal giudice militare Alba Eflein.

Si è letto sul quotidiano indipendente delle forze statunitensi del mondo, il famosissimo “Stars and stripes”, che l’uomo avrebbe dichiarato si essere colpevole di aver violentato la minorenne per avere in cambio una pena che poteva arrivare a massimo 20 anni di reclusione.

Avrebbe inoltre riconosciuto di aver compiuto un atto abominevole, tanto che pare abbia chiesto scusa e invocato il perdono della ragazzina e della sua famiglia per il giorno più buio della sua vita.

Lascia un commento

Back to Top