HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsConvento di Frigento: aggredito Padre Angelo Gaeta il principale accusatore di Padre Manelli

Convento di Frigento: aggredito Padre Angelo Gaeta il principale accusatore di Padre Manelli

di

Padre Angelo Gaeta è stato aggredito mentre era nella basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. È uno dei principali accusatori di Padre Manelli, fondatore dell’Istituto dei Frati Francescani dell’Immacolata. L’ordine è finito al centro di uno scandalo per le morti sospette e le violenze che si consumavano dietro le mura del convento di Frigento.

Il pomeriggio del 7 gennaio Padre Angelo Gaeta è stato aggredito da un uomo, un pregiudicato di 42 anni con una bottiglia di vetro. È stato colpito anche padre Adolfo Ralph di origini filippine. Un fatto di cronaca che, secondo il settimanale Giallo, può essere collegato alla storia del convento di Frigento perché Padre Angelo Gaeta è stato uno dei primi accusatori di Padre Manelli, il frate fondatore dell’ordine religioso al centro di numerose inchieste. Secondo l’unico testimone dell’aggressione, Renzo Cerro avrebbe detto che agiva per conto di una setta e non ha fornito spiegazioni agli inquirenti che lo hanno tenuto sotto torchio per molte ore.

In questa vicenda sono molte le cose che non convincono gli inquirenti. Renzo Cerro è davvero un folle? L’uomo sapeva come muoversi all’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma e si è scagliato contro Padre Angelo Gaeta. Il giorno dell’Epifania era entrato nella sagrestia, probabilmente alla ricerca del frate che ha testimoniato contro Padre Manelli in due processi civili. A breve è attesa la decisione sul rinvio a giudizio del fondatore dell’ordine dei Frati Francescani e dell’Immacolata accusato di falso ideologico. La confraternita invece potrebbe notificargli la diffida per la restituzione dei beni di cui si è appropriato. L’inchiesta sui maltrattamenti e sulle violenze sessuali invece è stata archiviata perché i reati sono caduti in prescrizione.

Padre Manelli però non la farà franca, i famigliari di Padre Fidenzio infatti, il commissario apostolico inviato dal Papa per accertarsi di quello che succedeva nel convento degli orrori a Frigento, sospettano che sia stato avvelenato. Sempre il settimanale Giallo si è occupato del caso a gennaio 2016 raccogliendo testimonianze molto importanti da una persona rimasta anonima e che era a conoscenza del Dossier su cui stava lavorando.

Lascia un commento

Back to Top