HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCoppia dell’acido: Alex Boettcher disse a Martina Levato che voleva un figlio maschio

Coppia dell’acido: Alex Boettcher disse a Martina Levato che voleva un figlio maschio

di

Nel cellulare di Alex Boettcher sono state trovate le conversazioni con Martina Levato e una serie di video e di fotografie che costituiscono delle prove del suo coinvolgimento negli agguati alle quattro vittime.

acido a milanoÈ il 14 dicembre del 2014, qualche giorno prima dell’aggressione con l’acido a Pietro Barbini. Alex Boettcher e Martina Levato parlano in chat e lui le dice che vorrebbe un figlio, se nasce femmina non ha intenzione di tenerla. Nella coppia è lui che ha un ruolo dominante, Martina è completamente sottomessa. Questa conversazione è molto importante visto che da mesi ci si interroga se possono fare i genitori o meno. A riportare gli screenshot di alcune conversazioni è il settimanale Giallo num. 11.

Il 15 agosto Martina Levato ha dato alla luce un bambino che è stato affidato alle cure di una casa famiglia. Grazie alla ricostruzione di Giallo abbiamo scoperto che i due “genitori” sarebbero stati pronti a sacrificare il frutto del loro amore malato. Due giorni dopo Alex Boettcher è certo che Martina sia incinta e lo dice ai suoi amici. Davanti a queste nuove prove è molto difficile che il tribunale conceda ai genitori naturali di prendersene cura. Martina Levato ha intenzione di chiedere l’affidamento esclusivo e il prossimo 7 aprile testimonierà contro Boettcher nel processo d’appello per l’aggressione a Pietro Barbini. Lo stesso atteggiamento ha assunto Alex che dice di voler proteggere suo figlio dalla madre in quanto la ritiene indegna.

I cellulari sono le scatole nere della nostra vita e Alex Boettcher, probabilmente, ha dimenticato che nel suo si nasconde un’altra verità. È lui che marchia a fuoco Martina e la scarnifica e lo racconta ai suoi amici, ed è sempre lui che cerca su Facebook il nome di una delle vittime delle aggressioni, Antonio Margarito. Boettcher ha tentato di evirarlo e poi ha cercato di capire “cosa accade se si tenta di evirare…”. Ma non finisce qui, vi sarebbero anche delle ricerche sugli indirizzi di Pietro Barbini e Giuliano Carparelli.

Martina Levato, nell’estate del 2014 scrive ad Alex Boettcher: «Ti venero proprio, ti venero come un dio, imparo da te e ti ringrazio ogni giorno di permettermi di starti accanto…il marchio per me è un onore, non è una punizione… ma se ti fidanzi mi uccido». La risposta di Alex è molto dura: «Sei solo la mia… non avanzare pretese io non ti amo…», a ancora: «A tutti devi dire mi ha marchiato Alexander, lui marchia le donne come il bestiame e io sono la sua vacca… perché sei la mia vacca hai capito?». Qualcuno a gennaio del 2015 ha cercato di ripulire il pc per eliminare tutti i dati, ma Boettcher aveva sincronizzato gli account, dunque si è trattato di un’operazione inutile.

Lascia un commento

Back to Top