HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCoppia uccisa a Pordenone: spuntano nuove ipotesi sull’omicidio

Coppia uccisa a Pordenone: spuntano nuove ipotesi sull’omicidio

di

coppiaPer l’omicidio della coppia trovata senza vita in un auto ferma in un parcheggio di Pordenone spuntano nuove ipotesi e altri moventi

Per il delitto di Teresa e Trifone sono aperte cinque piste ma al momento nessuno sembra essere indagato. Perchè la coppia è stata uccisa? E da chi? Corteggiatori respinti, problemi d’amore, uno stalker, un marito tradito o una rissa in discoteca? Niente è escluso: “Non mi sono mai trovato di fronte a un delitto del genere, caratterizzato da una così marcata sproporzione fra il profilo normale delle due vittime e le modalità di esecuzione che fanno pensare alla criminalità più spietata. E’ questa l’anomalia che rende difficile la soluzione del giallo, a meno di sorprese dell’ultima ora”.

Teresa e Trifone erano invidiati da tutti sia per la loro magnifica relazione sia per l’indiscutibile bellezza di entrambi, ma la domanda che si fanno gli esperti è: la coppia si era trovata per caso in qualche grosso guaio?

Si tratta forse di una vendetta? Nelle ultime ore si è scoperto che Trifone aveva fatto da paciere durante una rissa tra albanesi forse senza rendersi conto di aver pestato un “pezzo grosso”: “Un pregiudicato che ogni tanto viene da queste parti mi ha detto che secondo lui Trifone è stato ucciso perché era intervenuto in discoteca a sedare una rissa fra due albanesi finiti poi in ospedale”.

Da quì iniziano i primi collegamenti: una spietata vendetta, l’arma 7.65 usata all’Est e la mano professionista del killer. Tutto sembra chiarirsi, ma per una rissa si arriva ad uccidere una coppia in quel modo tanto spietato?

Le indagini continuano e nei prossimi giorni saranno eseguite le analisi di tipo balistico, biologico e dattiloscopico su ogni reperto.

Intanto il fratello di Trifone gli dedica un dolce messaggio: “Mi hai sempre preso in giro perché non mi dedicavo alla palestra però sappi che ho sempre sognato di diventare come te… Ciao fratello mio, stai accanto alla tua amata per sempre, eravate uno splendore”.

Lascia un commento

Back to Top