HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeRende (Cosenza): per un debito di 17mila euro uccide l’amico

Rende (Cosenza): per un debito di 17mila euro uccide l’amico

di

Rende: scoperto la scorsa notte in contrada Dattoli il cadavere del 31enne Damiano Galizia, che è stato ucciso con un’arma da fuoco diversi giorni fa, ma solo da poche ore il suo corpo senza vita è stato trovato. Il giovane era scomparso da qualche giorno e i familiari avevano presentato denuncia alla polizia.

Francesco Attanasio

Francesco Attanasio

A ritrovare il cadavere sono stati i Vigili del Fuoco che hanno aperto la porta blindata della villetta con l’utilizzo di una motosega nell’ambito delle ricerche che erano scattate dopo la segnalazione della famiglia di Galizia; per l’omicidio è stato fermato  Francesco Attanasio un trentenne amico della vittima che dopo un lungo interrogatorio è stato trattenuto dagli inquirenti, in seguito alla confessione dettagliata del sospettato.

Attanasio aveva chiesto in prestito a Galizia una somma di denaro, circa 17mila euro, ma non era riuscito a restituirla all’amico, la mancata restituzione era fonte di liti tra i due, l’ultima è stata fatale per Damiano Galizia, il debitore pressato, aggredito e insultato ha perso la testa e ha estratto la pistola che portava con sè da qualche tempo e ha sparato all’amico; l’arma, una calibro 9 regolarmente denunciata è stata sequestrata dagli agenti.

In un primo momento l’omicida ha abbandonato il cadavere nell’abitazione ed è fuggito, ma in seguito è tornato sulla scena del delitto per ripulire tutto e tentare di occultare il corpo di Galizia. Il fermo è stato richiesto dal pm Giuseppe Visconti, e dal  Procuratore Dario Granieri, intanto proseguono le indagini per approfondire tutti i dettagli della vicenda.

Lascia un commento

Back to Top