HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsDaniela Roveri: è giallo per l’omicidio della manager uccisa nell’androne di casa

Daniela Roveri: è giallo per l’omicidio della manager uccisa nell’androne di casa

di

Daniela Roveri è la donna che il 20 dicembre scorso è stata brutalmente uccisa nell’androne di casa. Un delitto avvolto nel mistero che ha scosso Colognola

Il corpo della 48enne è stato rinvenuto dalla madre riverso a terra in una pozza di sangue. Chi è stato ad uccidere Daniela Roveri e soprattutto perchè resta ancora un mistero. La donna è stata descritta come una persona riservata ma socievole e assolutamente “allergica” ai social network. Le sue grandi passioni erano il lavoro, i viaggio e l’allenamento in palestra.

La vita di Daniela Roveri è stata brutalmente interrotta da qualcuno che ha deciso di ucciderla con un’unica coltellata alla gola: cosa è accaduto quella sera? Si tratta di una rapina finita male o c’è dell’altro dietro l’omicidio della 48enne? Chi l’ha uccisa, secondo gli esperti, potrebbe addirittura essere una persona che conosceva lei e le sue abitudini.

L’anziana mamma è distrutta dal dolore: “Lei non aveva mai paura che potesse succederle qualcosa, ancora meno qui vicino a casa: se qualcuno voleva farle del male l’avrebbe fatto dove c’è la ditta in cui lavorava, che la sera è deserta. Il suo lavoro le piaceva moltissimo: usciva alle 7 e tornava alle 21, spesso portandosi a casa delle pratiche. Io la aspettavo sempre per cenare. E pensare che in questo periodo sarebbe dovuta essere in ospedale per un intervento, ma le avevano chiesto di rimandarlo perché in ufficio c’era molto da fare”.

A sentire le urla di disperazione della donna è stata una vicina: “Ho sentito gridare più volte “Me l’hanno uccisa”. Mi sono spaventata tantissimo e mi sono chiusa in casa”.

Per il momento sembrerebbe non esserci indagati per questo omicidio, consumato a pochi giorni dalle festività natalizie. Gli esperti sono a lavoro alla ricerca di eventuali indizi e colpevoli.

Lascia un commento

Back to Top