HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDanilo Restivo deve ritornare in Italia ma lui non vuole

Danilo Restivo deve ritornare in Italia ma lui non vuole

di

Per Danilo Restivo si inizia a parlare di un possibile ritorno in Italia

C’è il rischio che si apra un caso tra l’Italia e l’Inghilterra per l’assassino di Elisa Claps. Per la stampa inglese, infatti, Danilo Restivo deve ritornare in Italia. La sua detenzione avrebbe un costo di 2 milioni e mezzo di euro per i contribuenti inglesi. Due le condanne, una a 30 anni per l’omicidio di Elisa Claps e l’altra a 40 anni per l’omicidio di Heather Barnett, vicina di casa di Restivo, nella sua abiazione inglese di Bournmounth.

Un Decreto di espulsione che decide che Danilo Restivo deve ritornare in Italia è in attesa di essere firmato dal parlmamento inglese. Il segretario di Stato Theresa May ha infatti richiesto di dare al caso la massima priorità. Attualmente rinchiuso nel carcere dello Yorkshire, Danilo Restivo avrebbe fatto sapere di non voler ritornare in Italia, l’estradizione potrebbe infatti rovinare il rapporto con l’attuale moglie, che risiede a 320 Km dal carcere.

Per il legale di Restivo, Benjamin Hawkin, siamo di fronte ad una questione burocratica in cui si può richiedere di applicare l’articolo 8 della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo. Si parla infatti di tutela della vita privata e diritto alla famiglia, Restivo dovrebbe quindi restare in Inghilterra.

Certamente il costo economico è notevole. Proprio su questi fattori la stampa locale sta cercando di influenzare, e non poco, l’opinione pubblica. Per i giorni di detenzione e per quanto previsto dalle leggi sui detenuti, il costo della detenzione di Restivo supera i 2 milioni e mezzo di euro.

Nel valutare la richiesta di espulsione immediata dall’Inghilterra, certamente il Tribunale dovrà valutare anche questo fattore. La decisione dovrebbe arrivare nelle prossime settimane, al momento non ci sono dichiarazioni dall’Italia, nè da parte dei legali che hanno seguito il caso di Elisa Claps nè da parte della famiglia della giovane ragazza lucana uccisa da Restivo nella chiesa della Santissima Trinità nel 1993.

Lascia un commento

Back to Top