HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDavide Caccamo: risolto il delitto di Cesano, accoltellato per motivi passionali
delitto di Cesano

Davide Caccamo: risolto il delitto di Cesano, accoltellato per motivi passionali

di

Antonio Murgia ha confessato di aver colpito a morte il rivale d’amore, Davide Caccamo, al termine dell’ennesima lite perché l’uomo voleva che la sua ex tornasse con lui

delitto di CesanoAccoltellato a morte perché “la doveva smettere di dare fastidio alla mia donna”. Così è morto il 4 luglio scorso il 35enne Davide Caccamo, ferito in maniera fatale da Antonio Murgia a Cesano Boscone cinque giorni prima.

Coltellate che gli aveva reciso in maniera letale l’arteria femorale di Caccamo e che sono state scatenate dalla lite tra i due uomini per la 27enne che oggi sta con l’assassino, un pusher di quella zona del milanese, ma che aveva avuto una relazione anche con l’uomo assassinato. Quando i carabinieri di Cesano, che sono risaliti a Murgia sfruttando le loro conoscenze nell’ambiente criminale della zona e mettendo insieme alcune testimonianze, l’uomo ha confessato di aver agito non per motivi legati alla droga ma solo passionali, scagionando così ancora una volta la sua attuale compagna.

Murgia al termine della confessione ha anche fatto ritrovare il coltello a serramanico usato per l’aggressione sulla riva di un fiume vicino alla Certosa di Pavia, città nella quale l’omicida risiede. E dal suo racconto sono emersi altri particolari: quella notte la macchina guidata da Murgia aveva casualmente incrociato quella di Caccamo e a qual punto erano cominciati gli insulti con tanto di inseguimento. Al culmine della lite l’assassino aveva estratto il coltello e ferito in maniera mortale il rivale che continuava a insistere con la donna perché la rivoleva con lui.

Lascia un commento

Back to Top