HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsDecapita il migliore amico e consegna la testa alla fidanzata: “L’aveva molestata”

Decapita il migliore amico e consegna la testa alla fidanzata: “L’aveva molestata”

di

Un omicidio brutale quello avvenuto in Russia, dove un 16enne ha ucciso e decapitato il migliore amico, di qualche anno più grande, accusandolo di aver molestato la sua ragazza

Lo ha ucciso e decapitato senza alcuna pietà, per poi consegnare e mostrare la sua testa mozzata alla ragazza come segno di amore. Nikita Rasskazov è il 16enne che ha ammazzato il migliore amico di 19 anni con l’accusa di aver molestato la sua fidanzata durante una festa.

La giovane averebbe raccontato a Nikita di essere stata vittima del 19enne e di altri due giovani, i quali l’avrebbero bloccata e toccata. La ragazza non avrebbe denunciato alle autorità competenti, ma avrebbe soltanto confessato tutto al giovane fidanzato che, accecato forse dalla gelosia, avrebbe poco dopo commesso il folle gesto.

La testa della vittima è stata ritrovata in un fiume e dopo giorno di estenuanti ricerche è emersa la verità.
“Olena si sentiva umiliata, volevo solo che le chiedesse scusa. Non volevo ucciderlo e sono profondamente dispiaciuto per quanto è successo”, ha dichiarato Nikita Rasskazov, che a causa della sua giovane età rischia soltanto di essere condannato ad un massimo di 10 anni di reclusione.

Senza parole i genitori della fidanzata del 16enne: “Mia figlia era sbocciata da quando stava con Nikita. Lui veniva spesso a casa nostra e lo conoscevamo bene. Sembrava un bravo ragazzo. Ho chiesto più volte a mia figlia perché avesse deciso di stare con lui e lei mi aveva risposto che lui era il migliore“.

Da: Fanpage.it

Lascia un commento

Back to Top