HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDelitto di Fausto Bottura, fermati due complici del nipote

Delitto di Fausto Bottura, fermati due complici del nipote

di

Il 48enne era stato assassinato a causa di un’eredità dal figlio della sorella, Massimo. Ora due suoi amici sono stati bloccati per averlo aiutato a nascondere il cadavere

Maltempo: è allerta in Piemonte, Po sopra livello attenzioneDopo l’arresto del 19enne Massimo Bottura ci sono altri due fermi per l’omicidio di Fausto Bottura, il 48enne di Magnacavallo che è stato trovato morto domenica scorsa, rinchiuso in due sacchi di plastica sulla riva del Po a Bardelle.

Si tratta di due amici del regazzo, nipote della vittima che era stato fermato e accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. L’iptesi cìè che siano stati loro ad aiutarlo a trasportare il cadavere in riva al fiume per poi gettarlo in acqua. Si tratta di un diciottenne di Poggio Rusco, paese vicino a Magnacavallo dove si sarebbe consumato il delitto, e un diciannovenne proprio di Magnacavallo.

Il delitto sarebbe maturato tra le mura domestiche, quella della villetta in cui l’uomo assassinato viveva insieme alla sorella Patrizia e ai tre figlia di lei. Otto giorni fa l’ennesimo litigio per l’eredità della villetta si è concluso con una botta in testa mortale per Bottura che poi è stato rinchiso in sacchi della spazzatura e gettato nel Po, probabilmente per farlo sparire per sempre. In realtà però lunedì scorso l’addetto alla pulizia dell’idrometro aveva avvistato un braccio che spuntava dal sacco avvisando subito la polizia.

Controllando tra le deunce di scomaprsa è stato facile arrivare a Bottura. La sorella Patrizia ha riconosciuto il corpo, confessando che l’ex operaio soffriva per la difficoltà a trovare un lavoro, giustificando quasi il suicidio. In realtà gli inquirenti avevano intuito in fretta che bisognava verificare bene in famiglia e quando sono arrivati a Massimo, attualmente inoccupato e spesso dedito agli scatti d’ira, l’hanno messo sotto torchio per farlo confessare. Ma evidentemente non aveva fatto tutto da solo e così adesso sono arrivati i nuovi fermi.

Lascia un commento

Back to Top