HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Omicidi in FamigliaDelitto di Lonnano: Paola Marzenta ha ucciso il marito a fucilate, strane lesioni sul volto

Delitto di Lonnano: Paola Marzenta ha ucciso il marito a fucilate, strane lesioni sul volto

di

Paola Marzenta ha ucciso a colpi di fucile il marito Dino Gori. Oggi si è tenuto l’interrogatorio per la convalida dell’arresto ma la donna è apparsa confusa e sotto choc.

dino-goriPaola Marzenta si è avvalsa della facoltà di non rispondere. La donna è ancora molto confusa per quanto accaduto lo scorso martedì. La donna ha ucciso il marito Dino Gori a fucilate. Prima dell’omicidio potrebbe esserci stata una violenta lite, Paola Marzenta infatti presenta lividi ed escoriazioni. Nei prossimi giorni sarà sottoposta nuovamente a visita medica.

Paola Marzenta si trova nel carcere di Sollicciano, il suo legale ha chiesto una misura cautelare più lieve, come gli arresti domiciliari o l’obbligo di firma. Da tre giorni la donna non fa altro che ripetere che è stata picchiata da Dino Gori, ma deve ripeterlo davanti ai magistrati. La donna è accusata di omicidio volontario. Nei giorni precedenti la tragedia i vicini di casa avevano sentito litigare Paola e Dino, agli scontri verbali sono seguiti quelli fisici. La coppia era separata da 15 anni ma l’uomo continuava a vivere nella loro casa.

Paola Marzenta voleva il divorzio, e spesso lamentava le pressioni psicologiche subite da Dino Gori. Dopo anni e anni di trattative era stata fissata un’udienza, proprio il giorno dell’omicidio, Paola era convinta che solo con un atto legale Dino sarebbe andato via. Una storia difficile quella della coppia, nessuno degli episodi di violenza era mai stato denunciato anche se si erano recati dai carabinieri per fare presente il clima di terrore in cui vivevano. Paola Marzenta ha una malattia alle ossa, tutti ricordano che Dino Gori si prendeva cura di lei e la accompagnava alle visite, ma i viini hanno smentito tutto perché erano loro che lo facevano. Gori era rimasto solo perché non voleva abbandonare la proprietà.

Lascia un commento

Back to Top