HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDelitto di Loris Stival, il dramma del padre: “Deve dirmi perchè e poi può morire”

Delitto di Loris Stival, il dramma del padre: “Deve dirmi perchè e poi può morire”

di

Davide Stival sino a ieri aveva difeso la moglie Veronica. Oggi però la scarica: “Deve solo dirmi il perché, poi per me può morire”

davide-stivalE’ un doppio dramma quello che sta vivendo Davide Stival, padre del piccolo Loris Andrea ma anche marito di Veronica Panarello, unica indagata per quell’atroce omicidio. Perché oltre a piangere il piccolo ora deve anche affrontare l’accusa piovuta come un macigno sulla testa della donna. E lui ormai ha deciso di scaricarla.

L’ha difesa sino all’ultimo, Davide. Anche se la moglie il giorno della scomparsa di Loris non aveva nemmeno trovato il tempo di avvertirlo sino a quando il maresciallo dei carabinieri di Santa Croce Camerina non aveva insistito con lei perché lo chiamasse spiegandogli cosa fosse successo. Davide, camionista che è abituato a girare l’Italia, era dalle parti di Perugia perché doveva consegnare al Nord Italia. Ci ha messo nulla a decidere di tornare indietro, parcheggiare il suo mezzo all’aeroporto di Capodichino e da Napoli arrivare in aereo sino in Sicilia per raggiungere al più presto la moglie e il figlio più piccolo.

Ma intanto il corpo di Loris Andrea, al quale era legato da un rapporto fortissimo tanto da avergli regalato un telefonino perché potessero parlarsi mentre era in viaggio attraverso Whatsapp, era stato scoperto prima che Davide arrivasse in paese. Da lì in poi aveva sempre chiesto di trovare il colpevole difendendo la privacy della famiglia, in primis della moglie: “Abbiamo già tanto dolore – faceva dire al suo avvocato – e non voglio più che i media mostrino le foto dei bambini”. Soprattutto difendeva Veronica, anche quando forse i primi dubbi erano venuti anche a lui: “E’ una mamma speciale, non la dovete toccare”, diceva.

Oggi però messo di fronte alla verità ricostruita dalla Procura il suo pensiero è un altro: “Deve solo dirmi il perché e poi per me può morire, io voglio solo mio figlio”. Sa benissimo che non è possibile, ma questo doppio dolore lo sta devastando

Lascia un commento

Back to Top