HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto di Pordenone: Giosuè Ruotolo aveva un rapporto problematico con la fidanzata

Delitto di Pordenone: Giosuè Ruotolo aveva un rapporto problematico con la fidanzata

di

Giosuè Ruotolo era stato tradito dalla sua fidanzata che sospettava un amore clandestino del ragazzo. La conferma dello strano rapporto tra i due è arrivata dai coinquilini del militare. Gli inquirenti stanno scavando a fondo nella vita dell’indagato perché sospettano che dietro l’omicidio ci sia un movente passionale.

giosuè ruotoloLa fidanzata di Giosuè Ruotolo potrebbe aver avuto dei contatti con Trifone in passato. È questa la pista battuta dagli inquirenti al momento, perché il movente dell’omicidio dei fidanzati di Pordenone potrebbe essere passionale. Sul numero 45 del Settimanale Giallo sono state riportate alcune dichiarazioni rilasciate dai coinquilini di Giosuè Ruotolo da cui si evince con chiarezza che il militare avesse un rapporto strano e problematico con Rosaria, la sua ragazza. Dopo sei mesi da quel 17 marzo, Sergio Romano, che condivideva l’appartamento con Giosuè Ruotolo ha finalmente deciso di vuotare il sacco confessando che ha visto il militare uscire di casa. La descrizione del carattere di Ruotolo è un punto molto importante, molto suscettibile e permaloso, non riesce a stare agli scherzi, inoltre è sempre stato attento ai prestiti effettuati.

Nell’interrogatorio di Romano sono emersi altri dettagli. La ragazza di Giosuè Ruotolo ha dei gravi problemi di salute, un ematoma in testa, conseguenza di una caduta che potrebbe nascondere delle violenze. A causa di quel problema Rosaria sta spesso male e molte volte Romano e l’altro coinquilino l’hanno sentito piangere sino a notte fonda mentre era a telefono. Questo problema però non è così grave da impedire alla ragazza di andare in palestra o di sostenere degli esami universitari. Ma Sergio Romano non crede a Giosuè Ruotolo perché una persona che ha avuto un infarto non può sicuramente guarire in un paio di giorni. E se Rosaria avesse detto qualcosa a Giosuè che riguardava Trifone?

Il Settimanale Giallo è riuscito ad entrare in possesso di altre informazioni importanti, Rosaria era molto gelosa di una collega di Giosuè Ruotolo e per allontanarla aveva raccontato che era stata molestata dalla donna. Ovviamente si tratta di indiscrezioni non ancora confermate però tutte le lacrime versate durante la notte potrebbero essere scese proprio a causa di uno dei tanti tradimenti.

Daniela Renna invece è stato interrogato circa la disponibilità di parrucche da parte dei coinquilini, i carabinieri sospettano che l’assassino l’abbia indossata per tendere l’agguato a Teresa e Trifone. Un testimone ha dichiarato che quella sera ha visto fuggire un uomo con i capelli lunghi. E se Giosuè Ruotolo avesse un complice? Intanto sull’unico bossolo rimasto incastrato nella pistola è stata rinvenuta un’impronta sottoposta ad analisi da parte dei Ris. Purtroppo è troppo piccola e frammentata per essere confrontata con quella di Giosuè Ruotolo. Giallo però ha rivelato che sul parabrezza c’è un’altra impronta, molto più grande e a breve verrà eseguita la comparazione.

Lascia un commento

Back to Top