HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsDelitto di Pordenone, Rosaria mentì a Ruotolo: “Trifone ha le mie foto intime”

Delitto di Pordenone, Rosaria mentì a Ruotolo: “Trifone ha le mie foto intime”

di

giosuè ruotolo_rosaria patroneRosaria Patrone ha ammesso davanti ai giudici di aver mentito a Giosuè Ruotolo, suo ex fidanzato accusato del duplice omicidio di Trifone e Teresa. A pubblicare quanto dichiarato dalla ragazza è stato il settimanale Giallo

Si aggrava la posizione di Rosaria Petrone, la quale ha confessato una verità molto utile alle indagini: “Mi sono inventata con Ruotolo che Trifone aveva le mie foto, non perchè gliele avessi inviate io, ma perchè le aveva reperite sul web. Se non ricordo male, dovrebbe essere successo l’anno scorso. Ricordo che gli dissi che si trattava di foto intime. Giosuè a questa cosa reagì dicendo di dire tutto ai carabinieri e di toglierle dalla rete”.

Sarebbe stata proprio Rosaria Petrone ad istigare Giosuè Ruotolo, instillando in lui odio e avversione nei confronti di Trifone. Non è escluso dunque, che la Patrone era consapevole del duplice omicidio e dell’identità dell’assassino.

Rosaria aveva finto che Trifone avesse diffuso in rete alcune sue foto, soltanto per allontanarlo da Giosuè. La ragazza temeva infatti che Ruotolo potesse tradirla a causa della frequentazione con Trifone: “Ho saputo da Giosuè che lui e Trifone, quando abitavano nella stessa casa, sono andati diverse volte insieme in discoteca e che sono stati anche al mare assieme. Proprio una di queste volte, quando lui mi disse che stava per andare al mare con Trifone, io ero contrariata. Conoscendo la persona che era Trifone, ovvero che era in grado di conoscere molte donne, temevo potesse coinvolgere in questo anche Giosuè. Io non volevo che ciò accadesse perchè ero gelosa”.

Rosaria non accettava in alcun modo la presenza di Trifone nella vita di Giosuè. Secondo la Procura ad istigare la follia omicida di Ruotolo sarebbe stato proprio l’atteggiamento della Patrone. Il tutto venne aggravato dal confronto che ebbero Giosuè e Trifone dopo che quest’ultimo aveva scoperto che Giosuè mandava messaggi anonimi a Teresa, minacciandola con un profilo finto.

Lascia un commento

Back to Top