HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto di Seriate: sul coltello ci sono le tracce del marito di Gianna Del Gaudio?

Delitto di Seriate: sul coltello ci sono le tracce del marito di Gianna Del Gaudio?

di

I carabinieri del Ris hanno stabilito che la traccia biologica trovata sul taglierino utilizzato per uccidere Gianna Del Gaudio, appartiene al marito Antonio Tizzani.

I periti che hanno ricevuto l’incarico di analizzare il taglierino usato per uccidere Gianna Del Gaudio hanno scoperto che il Dna sul manico appartiene sicuramente al marito. Tizzani è l’unico indagato per la morte della professoressa avvenuta a Seriate la notte del 26 agosto 2016. Il gip e i legali della difesa hanno già ricevuto la relazione dei periti, così come riporta Giallo. La presunta arma del delitto era stata rinvenuta in un sacchetto a circa 400 metri dalla villetta dove è stata uccisa Gianna Del Gaudio.

Il medico legale Andrea Verzelletti nelle scorse settimane aveva dichiarato che la lama del cutter era “astrattamente compabile” con la profonda ferita alla gola della vittima. In una piccola fessura dell’impugnatura era stato isolato un profilo genetico che, secondo il genetista Giorgio Portera era parziale e non poteva essere attribuito a Tizzani. I Ris però dopo numerosi esami hanno ribaltato l’esito. Il marito di Gianna Del Gaudio ha negato che il taglierino fosse suo, anche se nella busta c’era la confezione di una mozzarella del caseificio dove era solito acquistare latticini. Nel documento però vi sarebbero molti altri elementi contro l’uomo che ha sempre detto che ad uccidere la moglie è stato un uomo incappucciato che è fuggito via. La ricostruzione non ha mai convinto gli inquirenti anche perché nel soggiorno e nel bagno furono trovate delle tracce di sangue che qualcuno aveva provato a ripulire. Inoltre Tizzani non prestò soccorso a Gianna perché vide che per lei non c’era più nulla da fare ma, come riporta Giallo, non ha nemmeno provato a girarla. I soccorritori hanno trovato la donna con la faccia rivolta verso il pavimento. Ci sono ben 13 minuti di vuoto e si sospetta che Tizzani li abbia utilizzati per nascondere il sacchetto della spazzatura dietro la siepe per disfarsene in un secondo momento.

La domanda che tutti si pongono è: perché Antonio Tizzani avrebbe ucciso Gianna Del Gaudio? Il movente è nascosto tra i referti della donna accompagnata più volte al pronto soccorso per ferite sospette. Una delle ipotesi è che fosse vittima di violenze domestiche, anche se per tutti Antonio e Gianna erano una splendida coppia.

Lascia un commento

Back to Top