HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto Elena Ceste: Michele Buoninconti chiede di riesumare il cadavere della donna
elena ceste-michele buoninconti

Delitto Elena Ceste: Michele Buoninconti chiede di riesumare il cadavere della donna

di

Michele Buoninconti è stato condannato a 30 anni per l’omicidio della moglie Elena Ceste. L’uomo non si arrende e vorrebbe chiedere la riesumazione del cadavere. La famiglia si è opposta.

Elena CesteIl padre di Elena Ceste ha commentato al settimanale Giallo le ultime notizie sulle intenzioni di Michele Buoninconti di riesumare il cadavere di Elena Ceste. L’uomo ha intenzione di dimostrare che era ubriaca e che cadendo si è rotta l’osso del collo. Leggete cosa dice Franco Ceste: «Michele Buoninconti chiederà la riesumazione del corpo di Elena? Siamo increduli. No, non lo possiamo accettare. Riesumare nostra figlia per noi sarebbe un dolore troppo forte. Nessuno, comunque, ci ha detto niente: speriamo solo che non accada mai».

I legali di Buoninconti avrebbero intenzione di procedere con la richiesta di riesumazione dei resti della 37enne di Motta di Costigliole morta il 24 gennaio del 2014 e ritrovata 9 mesi dopo in un canale poco distante dalla sua abitazione. Michele Buoninconti che ha scelto di essere processato con rito abbreviato, è stato condannato in primo grado a 30 anni di carcere per l’omicidio e l’occultamento del cadavere. Che cosa ha spinto la difesa ad avanzare questa nuova richiesta? A quanto pare l’autopsia sul corpo di Elena Ceste sarebbe stata “lacunosa”. La tesi è sempre la stessa, ovvero la donna si è uccisa in preda ad una crisi psicotica o è rimasta vittima di un incidente, ma non è stato il marito a causare la sua morte. Nella relazione dell’autopsia eseguita dai periti della Procura non si fa riferimento a fratture o traumi, solo una alla gamba causata dal mezzo che che ha estratto il corpo. I consulenti di Michele Buoninconti invece sono convinti che vi sarebbe anche una frattura all’osso sacro. Purtroppo questo pezzo importante di coccige sarebbe andato perso sempre durante le operazioni di recupero, ma il medico legale di parte ha parlato di alcune schegge di osso recuperate nel canale che potrebbero essere riconducibili proprio all’osso sacro.

Come riporta il settimanale Giallo, Michele Buoninconti disse che dalle “quattro ossa” della moglie non avrebbero mai trovato niente, eppure oggi potrebbero rappresentare la sua salvezza. Sarà proprio così?

Lascia un commento

Back to Top