HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidi in FamigliaDelitto di Garlasco – “Alberto Stasti non dice la verità”
garlasco

Delitto di Garlasco – “Alberto Stasti non dice la verità”

di

La madre di Chiara Poggi soddisfatta dei nuovi accertamenti disposti dalla Corte di Cassazione.

“Alberto tace la verità”.garlasco

Queste sono le parole di Rita, la madre di Chiara Poggi, che fu uccisa nella sua casa di Garlasco (Pavia) il 13 agosto 2007 e per la cui morte è stato processato e condannato  il fidanzato Alberto Stasi.

“Sarò presente in aula come sempre. Solo che stavolta non avrò mio padre accanto. Se n’è andato il giorno di Natale a 57 anni, ma ha cominciato a morire il giorno in cui la Cassazione ha deciso di riaprire il processo. Sono convinto che la malattia che l’ha portato via è dovuta alla sofferenza e allo stress”.

Dichiarazioni rilasciate in un’intervista al Corriere della Sera da Alberto Stasi, che il 9 aprile tornerà in tribunale come imputato per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi.

Secondo la mamma Chiara Poggi, Rita, in un’intervista rilasciata alla Repubblica:”Noi non vogliamo crocifiggere nessuno, ma bisognerebbe saper volare, per non sporcarsi le scarpe di sangue e per non lasciare nemmeno un’impronta. Quindi, come ha fatto Stasi? Vorrei chiederglielo. E poi come ha potuto dire, stando in alto, che Chiara era pallida? Quando l’ha vista? Perché Chiara, in realtà, tutto era meno che pallida. Aveva i capelli lunghi che le coprivano il volto, e il volto era sporco del sangue colato”.

La Corte di Cassazione ha deciso di fissare un nuovo processo e nell’appello bis saranno approfonditi e studiati alcuni esami, tra cui lo studio per il ritrovamenti del capello nella mano sinistra della vittima e il suo Dna sui pedali della bicicletta di Stasi, assolto sia in primo che in secondo grado.

Secondo la signora Poggi:”Finalmente, dopo sette anni, faranno gli accertamenti che chiediamo .Siamo grati alla Cassazione, hanno compreso che se si mettono insieme tutti gli indizi, anche quelli sinora negati, la verità potrà venire fuori”.

 

 

Lascia un commento

Back to Top