HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto Gloria Rosboch: il fratellino di Gabriele Defilippi parla del piano per uccidere la prof

Delitto Gloria Rosboch: il fratellino di Gabriele Defilippi parla del piano per uccidere la prof

di

Il fratellino di 13 anni di Gabriele Defilippi è stato ascoltato dagli inquirenti svelando dei particolari inediti sul delitto della professoressa Gloria Rosboch.

gabriele defilippiPochi giorni dopo che Gloria Rosboch era scomparsa, il fratellino di Gabriele Defilippi avrebbe raccolto la sua confessione. Il minore è stato ascoltato per oltre 6 ore come testimone e da quanto si apprende è stato affidato al padre naturale che ne ha chiesto la custodia esclusiva. Il ragazzino ha vissuto in prima persona gli effetti della personalità distorta di Gabriel Defilippi, alterata anche dall’uso di sostanze stupefacenti, fornendo molti dettagli. Quando ha saputo che Gloria Rosboch era scomparsa gli ha chiesto se lui sapesse qualcosa della professoressa “innamorata di lui”. Come riportato dal Corriere della Sera la sua risposta è stata questa: «Io c’entro e l’ho fatto con Roberto Obert, ma l’idea era mia».

Potrebbe profilarsi a questo punto un ruolo marginale nella vicenda per quanto riguarda Caterina Abbatista, accusata di concorso in omicidio. La donna ha sempre sostenuto che non si era resa conto dell’accaduto e pur avendo dei forti sospetti sul figlio ha taciuto a sé stessa la verità perché non riusciva ad accettarla. Ma quanto raccontato dal 13enne è in contrasto con la versione di Sophia, la ragazza di Gabriele Defilippi, secondo lei infatti il piano era stato ideato proprio dalla madre e da Obert e non dal giovane. Il piccolo ha detto agli inquirenti che il 13 gennaio, Gabriele e Obert sono tornati a casa intorno alle 21.30 e ricorda che il fratello ha detto di avere dolore al ginocchio, l’amico alla schiena. Nei prossimi giorni sarà ascoltato anche il 56enne che non è “un servo” di Defilippi, così come avrebbe sempre fatto capire.

Robert Obert è un truffatore e usuraio, e insieme a Gabriele Defilippi avrebbe portato a termine molte altre truffe, simili a quelle in cui è incappata Gloria Rosboch. Ma per capire se il ragazzino ha ragione si deve cercare ancora altrove il tesoro che avevano accumulato come un Rolex d’oro e altro denaro custodito in una cassetta di sicurezza a Monaco. Il 13enne ha detto che Obert era un pedofilo attribuendo a lui la colpa di aver trascinato Gabriele nel giro. Anche la madre lo sapeva ma non ha mai fatto niente per paura. Il piccoletto ha anche detto che aveva due pistole e che spesso parlava a telefono con mafiosi e anche la procura di Ivrea sta seguendo questa pista.

Lascia un commento

Back to Top