HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto Ingenito: la Corte d’Assise di Torino conferma la condanna per Marco Del Bosco, il messaggio su Facebook
marco del bosco

Delitto Ingenito: la Corte d’Assise di Torino conferma la condanna per Marco Del Bosco, il messaggio su Facebook

di

Per la Corte d’Assise d’appello di Torino è stato Marco Del Bosco ad uccidere il suo ex socio in affari Andrea Ingenito. I giudici hanno confermato la sentenza di primo grado.

tribunaleLa Corte d’Assise di Appello di Torino ha confermato la condanna a 25 anni di carcere per Marco Del Bosco. L’uomo è proprietario di un allevamento di cavalli a Porino, ed è accusato di aver ucciso l’ex socio in affari Andrea Ingenito scomparso a novembre del 2008 e di avere occultato il cadavere. Si tratta di un processo particolare perché contro Marco Del Bosco ci sono solo indizi e non prove che accertino la sua colpevolezza. Per gli investigatori il movente dell’omicidio sarebbe un prestito che Ingenito avrebbe concesso a Del Bosco.

Marco Del Bosco ha sempre respinto tutte le accuse e dopo la lettura della sentenza ha abbracciato i familiari e ha lasciato l’aula. L’avvocato della famiglia Ingenito ha dichiarato: «Ha negato anche l’evidenza». Del Bosco invece non ha rilasciato dichiarazioni, qualche ora dopo, ha scritto un lungo messaggio su Facebook: «Eccomi qui cari amici a darvi una notizia dolorosa e tragica la Corte d’Assise di Torino ha confermato la sentenza di primo grado 25 anni di carcere le sentenze si rispettano ma grazie al nostro sistema giudiziario finché non sono definitive si possono appellare come vi dissi già in occasione della prima sentenza non perdo la fiducia nel poter dimostrare la mia innocenza non sarà facile ma lo farò». Prima di ringraziare tutti e di congedarsi ha aggiunto: «Sono sereno e più determinato che mai non ho paura del carcere non scappo non sono mai scappato dalle mie responsabilità». L’imputato ha intenzione di ricorrere in Cassazione.

Lascia un commento

Back to Top