HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsDelitto Loris Stival, la mamma: “Non ho ucciso mio figlio, dovete credermi”

Delitto Loris Stival, la mamma: “Non ho ucciso mio figlio, dovete credermi”

di

Loris StivalNuovo interrogatorio per la mamma del piccolo Andrea Loris Stival. La procura sembra non avere dubbi: “Un omicidio efferato e crudele, compiuto con sorprendente cinismo”

Veronica Panarello è stata interrogata per cinque ore per l’omicidio del figlio Andrea Loris Stival. La donna si sarebbe autodifesa dicendo: “Non è Loris quella sagoma che entra nel portone di casa. Non è la mia macchina, quella che passa nella via che porta al canalone del Mulino Vecchio”, e ancora “Non è vero che io dico bugie. Io ho sempre detto la verità. Sono pronta a collaborare, sto qui per collaborare, ma voi dovete credermi.”

Quando le hanno comunicato che l’avrebbero portata nel carcere di Catania, Veronica avrebbe iniziato a piangere ininterrottamente per poi dire ai poliziotti: “Ora voglio stare sola”.

Per i magistrati la donna “si è resa responsabile dell’omicidio del proprio figliolo con modalità di elevata efferatezza e sorprendente cinismo”.

Due sarebbero i frame che incastrerebbero la madre di Andrea Loris Stival, due prove-regina che contraddicono tutto il racconto della donna.

In un fotogramma infatti, si vede il piccolo Loris che alle ore 8,32 di sabato rientra a casa invece di salire in auto, nell’altro invece, si vede la macchina di Veronica che imbocca il viottolo di campagna che conduce al canalone dove poche ore dopo è stato trovato il bimbo senza vita.

L’avvocato di Veronica Panarello ha poi commentato quelle stesse immagini: “Questa certezza non ce l’ha nessuno e non potranno averla mai, perché non è identificabile se quel bambino è Loris o un’altra persona. Da quel filmato non si riconosce nessuno. E noi abbiamo prove testimoniali che dimostrano che il bambino è stato accompagnato a scuola”.

Veronica Panarello è stata indagata di omicidio con aggravante della crudeltà e del legame di parentela e di occultamento di cadavere.

I pm hanno infatti scritto che la donna avrebbe ucciso Andrea Loris Stival “aggredendolo mediante azione di strangolamento portata con l’uso di una fascetta stringicavo in plastica”.

Lascia un commento

Back to Top