HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDelitto di Pordenone, l’avvocato di Ragone: “Ruotolo appostato per ucciderli”
teresa e trifone

Delitto di Pordenone, l’avvocato di Ragone: “Ruotolo appostato per ucciderli”

di

giosuè ruotoloAd accusare nuovamente Giosuè Ruotolo di essere stato l’autore del duplice omicidio di Pordenone è stato l’avvocato Nicodemo Gentile, legale del fratello di Trifone

Per l’avvocato Nicodemo Gentile, Giosuè Ruotolo il 17 marzo 2015, giorno dell’omicidio, si era appositamente recato nei pressi del palazzetto per fare fuori i due fidanzati: “Ruotolo era in appostamento al palazzetto per un omicidio ideato da tempo. Trifone e Teresa erano con ogni probabilità ‘attenzionati’ sin dal pomeriggio. Fonti testimoniali attendibili che riferiscono della presenza di una Audi A3 grigia, con a bordo un uomo, in sosta a poca distanza dalla macchina di Trifone, già verso le 19,20 del 17 marzo”.

Ricordiamo infatti che anche Marco Martani, procuratore di Pordenone, ha ricordato della presenza dell’auto di Ruotolo nei pressi del luogo del delitto: “Siamo nel più classico processo di carattere indiziario: non c’è dna né qualcuno che ha visto l’omicidio o il momento in cui si disfaceva dell’arma. Siamo persuasi che Ruotolo fosse presente sul luogo del delitto nelle fasi in cui questo si consumava: il suo veicolo, per sua stessa ammissione postuma, si trovava a otto metri e mezzo da quello delle vittime”.

E’ per questo che oltre per l’omicidio, secondo l’avvocato Gentile premeditato e “compiuto soltanto da chi serbava un rancore feroce e mai sopito”, Ruotolo dovrebbe essere accusato anche di stalking.

Intanto nei giorni scorsi a Ruotolo è stata negata la scarcerazione, respinta dal Tribunale del Riesame di Trieste: “Faremo ricorso in Cassazione – ha dichiarato l’avvocato Roberto Rigoni Stern – Il quadro indiziario a nostro avviso è molto frammentario e difficilmente riuscirà a reggere il vaglio dibattimentale. Si tratta di una serie di indizi che non sono precisi né gravi né concordanti e che comunque hanno indotto il riesame a soprassedere prudenzialmente nell’attesa che possano essere fugati molti dubbi su questa vicenda”.

Lascia un commento

Back to Top