HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsDelitto di Sessa: confermati i 4 anni

Delitto di Sessa: confermati i 4 anni

di

Arrivano le conferme dal Tribunale argoviese sulla pena detentiva di quattro anni per l’assassino di Boi Ngoc Nguyen avvenuto a Sessa.

La giovane 17enne di origine vietnamita, che aveva conosciuto il ragazzo in una chat di internet, scomparve nell’agosto del 2009.

Per quasi dodici mesi di indagini e di appelli disperati dei genitori, le ricerche non ebbero nessun successo.

Nell’estate 2010 si ebbe finalmente la svolta dell’ormai denominato “giallo di Sessa”, quando in un bosco della località vennero ritrovati da un escursionista dei resti umani.

Poco dopo la scoperta il giovane killer venne arrestato, ma solo un mese dopo egli confessò di aver ucciso l’innocente Boi al loro primo incontro, colpendola duramente alla testa una, due o forse addirittura più volte con un pezzo di legno, mentre la vittima ormai allo stremo delle forze non poteva fare altro che supplicare pietà.

delitto di sessaQuel gesto adolescenziale e spensierato che aveva portato la ragazza ad incontrare una persona conosciuta in chat con cui aveva una “relazione” a distanza da due anni per inseguire un sogno fatto di affetto, di romanticismo e amore, le costò purtroppo la vita, mentre “Kris” dopo l’atto brutale e carnefice era intento a tornare tranquillamente a casa a Sessa, rischiando di essere visto da un probabile testimone e senza alcuna preoccupazione di cosa sarebbe potuto succedere in seguito.

L’omicidio seppur sia difficile pensarlo, avvenne in modo premeditato, il ragazzo aveva solo intenzione di uccidere la ragazza per poi liberarsene.

Oggi l’assassino della vittima ha 20 anni, al momento dei fatti ne aveva soltanto 16 e fu costretto a scontare quattro anni di privazione della libertà. Con il compimento del 22esimo anno di età, sarà costretto a restare rinchiuso se sarà considerato dall’autorità giudiziaria ancora pericoloso.

Oltre ai quattro anni confermati, biognerà risarcire la condanna al pagamento di riparazioni morali pari a 100.000 franchi ai genitori e a 60.000 franchi ai tre fratelli della vittima.

Lascia un commento

Back to Top