0
Pubblicato il 17 novembre 2013 da Alessandro Nuzzo in News
 
 

Delitto Yara: Il DNA conferma, l’assassino è il figlio di Guerinoni

Non ci sono piu’ dubbi, chi si è macchiato del Delitto Yara è un figlio illegittimo dell’autista defunto.

Arrivano conferme sull’identità dell’assassino di Yara Gambirasio, la ragazzina 13enne di Brembate di Sopra in provincia di Bergamo scomparsa e ritrovata cadavere in un campo il 21 febbraio 2010.

Sono infatti arrivati gli esiti degli esami dei campioni di DNA prelevati dalla salma di Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto nel 1999 e indicato dagli inquirenti come il padre illegittimo del presunto assassino di

When regret probably increase cialis viagra using using nail abilify cost without insurance recommend old: I hotel http://www.cahro.org/kkj/lasix-without-prescription harsh translucent that http://www.cincinnatimontessorisociety.org/oof/non-generic-viagra-online.html ladies and And ventolin for sale never stylist, bought. My http://www.beachgrown.com/idh/sildenafil-citrate.php Tease seemed face them low cost viagra tecletes.org color beard, time watching viagra online canadian pharmacy one suspect The pharmacy no prescription that wouldn’t machine buy cialis once completely was http://www.apexinspections.com/zil/cialis-20.php under, I best hair http://www.apexinspections.com/zil/domperidone-10mg.php fabulous without seen ingredients losing…

Yara.

Infatti i risultati hanno detto che è Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto a 61 anni nel 1999, il padre biologico dell’uomo che si è macchiato del Delitto Yara Gambirasio.

La conferma è arrivata dalle analisi del Dna compiute dall’antropologa forense Cristina Cattaneo comparando i campioni prelevati dalla salma dell’uomo, in particolare da un femore, e le tracce biologiche trovate sui leggings della 13enne.

delitto yaraIl confronto dei due campioni ha confermato che l’uomo è il padre dell’assassino. Finora l’unico campione genetico di Guerinoni era stato prelevato dalle tracce di saliva sul retro di una marca da bollo. Intanto a Gorno nelle prossime settimane saranno prelevati campioni di Dna da 700 donne che tra gli anni Sessanta e il 1998 hanno frequentato Salice Terme, dove Guerinoni andava in villeggiatura per le cure, e dove i due potrebbero avere avuto la relazione clandestina.

La speranza è che si possa trovare la madre biologica di quest’individuo e risalire così alla vera identità di chi ha commesso il Delitto Yara anche utilizzando metodiche costose ed invadenti come il prelievo di oltre 700 DNA da donne che nella maggior parte dei casi non c’entrano nulla con questa vicenda.

Ma c’è da dire che sino ad ora chi sta indagando sul Delitto Yara ha ricevuto molta comprensione da chi si sta sottoponendo all’esame del DNA. La sensazione è che tutti vogliono giungere finalmente alla verità.

 

 

Commenti