HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiDenise Pipitone: Lettera anonima al programma “Chi l’ha visto”

Denise Pipitone: Lettera anonima al programma “Chi l’ha visto”

di

denise pipitoneIl caso di Denise Pipotone potrebbe far riaccendere i riflettori dopo una lettera anonima inviata alla trasmissione televisiva “Chi la visto”. La bimba è scomparsa da Mazara del Vallo nel settembre di dieci anni fa

Nella lettera è stato indicato un luogo ben preciso in cui sarebbe stata sepolta Denise Pipitone, ovvero la Contrada Ferla, zona poco distante da Mazara del Vallo.

Il documento è stato consegnato al procuratore capo Alberto di Pisa che ha così commentato: “Saranno fatti controlli sui luoghi indicati. Abbiamo fatto una nuova carta topografica dei luoghi dove è scomparsa la piccola, le ricerche continuano da dieci anni”.

Di lettere anonime ne sono arrivate tantissime da quel giorno della scomparsa della piccola, ma nessuna sembrava essere era reale. Fino ad oggi le ricerche non si sono mai fermate e si cerca per ritrovare una Denise cresciuta e ormai adolescente, non per scoprire un cadavere.

Fin dai primi giorni delle indagini gli inquirenti hanno privilegiato l’idea di una vendetta privata nata in ambito familiare che riguardava soprattutto la vecchia e la nuova famiglia del padre di Denise Pipitone. Per la scomparsa venne infatti indagata anche la sorellastra della piccola, Jessica Pulizzi, all’epoca 17enne e senza alibi che avrebbe potuto portare via la bambina per un forte astio maturato nei confronti di Piera Maggio, nuova compagna del padre da qualche anno e madre di Denise.

Proprio il giorno della scomparsa, la 17enne si trovava nella stessa zona del sequestro e secondo alcune ipotesi, quest’ultima sarebbe stata coinvolta nel rapimento della bimba che successivamente sarebbe stata affidata a dei nomadi. Jessica nel 2010 è stata assolta dall’accusa di concorso in sequestro di persona.

Numerosissime sono state le segnalazioni durante questi anni, Denise Pipitone è stata avvistata in compagnia di rom in tante zone d’Italia ma mai nulla ha potuto confermare che fosse proprio la piccola.

Le ricerche continuano.

Lascia un commento

Back to Top