HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
UltimissimeDepositati i video che riprendono la morte di Davide Bifolco

Depositati i video che riprendono la morte di Davide Bifolco

di

Sarebbero 8 le telecamere di videosorveglianza che avrebbero ripreso la sparatoria partita dal carabiniere ai danni del giovane Davide Bifolco

davide bifolcoLe telecamere sono quelle di una sala giochi posta in modo molto ravvicinato alla “maledetta” rotonda di via Cinthia.

Il legale della famiglia Fabio Anselmo avrebbe depositato al tribunale le 8 registrazioni e tre testimonianze raccolte dallo stesso legale sulla vicenda accaduta. Vi è stata anche una veglia di preghiera per Davide ma nessuno, forse perché l’omertà è ancora troppo radicata, si è presentato per collaborare con gli inquirenti.

La sorella di Davide avrebbe diffuso sui noti social network  alcune foto del fratello in cui si vede bene che il foro letale sarebbe stato sparato in direzione del cuore. Gli inquirenti avrebbero iniziato a sentire una sola delle tre testimonianze.

Si tratterebbe di Salvatore Triunfo, 18 anni denunciati poi per favoreggiamento. Un secondo teste ascoltato sarebbe Enzo Ambrosino, che avrebbe confermato di essere il terzo passeggero sullo scooter insieme a Davide.

C’è un terzo testimone, lui sarebbe un testimone oculare e avrebbe confermato la ricostruzione degli altri due dando quindi particolare fermezza e valore a quando detto e dichiarato. Comunque sia stamattina la Procura ha dato l’incarico ai suoi consulenti di parte prima che si effettui l’autopsia sul corpo di Davide.

Il legale della famiglia Bifolco ha già annunciato i suoi consulenti che sarebbero Vittorio Fineschi per l’esame autoptico, l’ingegnere Marco Zonaro per l’esame balistico, questi già perito del caso Marta Russo.

Anche il carabiniere indagato per omicidio colposo, Carmine Aloja, indicherà i suoi consulenti si parte e poi procederanno con la necessaria autopsia, che spiegherà meglio la dinamica e determinerà le colpe, qualora siano a carico del carabiniere, il quale ha più volte dichiarato di averlo ucciso per errore e non per volontà.

 

Lascia un commento

Back to Top