HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsOmicidi in FamigliaDominique Cottrez: iniziato il processo per la madre infanticida, soffocò otto neonati

Dominique Cottrez: iniziato il processo per la madre infanticida, soffocò otto neonati

di

In pieno svolgimento il processo nella città di Douai, a Dominique Cottrez, la 51enne donna francese di Villers-au-Tertreche che tra il 1990 e il 1999 ha ucciso,  soffocandoli otto dei suoi figli alla nascita, occultandone poi i cadaveri all’esterno e all’interno della sua abitazione.

delitti.net 2 (2)Una serie di delitti che Le Parisien, noto giornale francese ha definito “Il più grave infanticidio della storia di Francia”; la storia di Dominique è atroce e complessa, snodatasi su uno scenario aberrante, dove lei prima che assassina è stata vittima; il padre l’ha violentata quando aveva solo otto anni e poi gli abusi sono proseguiti nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza di questa donna che via via ha perso la sua stabilità psichica, pur non essendo stata in ogni caso dichiarata insana di mente, i rapporti sessuali con il padre e la sua conclamata obesità ( che gli è servita però a nascondere a tutti le otto tragiche gravidanze) l’hanno portata a un grado di insicurezza tale da aver paura, una paura folle e incontrollabile.

Durante la relazione incestuosa Dominique Cottrez ha finito per provare una sorta di innamoramento per il padre, morto nel 2007, al punto da dichiarare che ne era innamorata più del marito; infatti Dominique nonostante la relazione segreta in famiglia si è ugualmente sposata e ha continuato ad avere rapporti sessuali anche con il padre; dal rapporto malato con quest’ultimo, e dai rapporti ufficiali con il marito la donna resta incinta diverse volte, da qui nasce la paura, il timore che i figli in qualche modo con la loro presenza possano indirettamente svelare l’incesto.

Allora Dominique Cottrez inizia sistematicamente a uccidere ogni volta che partorisce; l’infanticidio verrà ripetuto per ben otto volte; la donna infatti nell’arco di circa dieci anni resta incinta otto volte; e ogni volta nasconde a tutti di essere gravida ; e  partorisce sempre in segreto da sola, uccide e occulta i neonati, seppellendo i corpicini in giardino e in seguito nascondendoli nel garage di casa, o in soffitta.

Oltre questa vita di orrori sommersa, celata ad ogni costo Dominique vive anche una vita di “superficie” apparentemente normale, ha due figlie avute nel 1987 e nel 1989, lavora e si occupa della casa; l’abitazione della famiglia è il fulcro della vicenda, la donna è stata scoperta proprio perchè ha cambiato casa nel 2010, i nuovi proprietari della villetta con l’intento di posizionare in giardino nuove piante ornamentali hanno iniziato a scavare trovando il primo neonato ucciso anni prima, rendendosi conto che le ossa erano umane hanno subito allertato la polizia.

Cosi vengono alla luce gli orrori che avvenivano in quella casa dove il marito e le figlie erano all’oscuro di tutto, tranne che per il fatto che ogni tanto lamentavano la presenza di odori nauseabondi, ma mai si insospettirono per quello che avveniva tra le mura domestiche; Dominique nascondeva i neonati uccisi in buste di plastica negli armadi o in soffitta in attesa di poterli seppellire o bruciare o nascondere nel solaio in una serie infinita di involucri  e scatole di cartone dove sono poi stati ritrovati. La donna ha ammesso i suoi delitti, lasciando la famiglia sconvolta ora si attende la conferma dell’ergastolo.

Lascia un commento

Back to Top