HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsIl dramma di June Churchill, torturata e quasi decapitata dal marito

Il dramma di June Churchill, torturata e quasi decapitata dal marito

di

June ChurchillJune Churchill, 52enne inglese, ha vissuto per tre giorni un vero e proprio incubo, una storia drammatica che le segnerà la vita per sempre

L’orribile vicenda si è svolta nell’abitazione di June Churchill, madre di sei figli. Il marito David ha improvvisamente fatto irruzione nella casa coniugale con un’ascia e una borsa piena di corde per legare la moglie.

June è stata prigioniera per tre giorni, David le avrebbe tagliuzzato la gola e si sarebbe addirittura spacciato per lei inviando ai figli messaggi rassicuranti.

La 52enne è viva per miracolo perchè il marito non solo ha tentato di ucciderla, ma all’alba del terzo giorno di prigionia ha dato fuoco alla loro casa.

Dopo aver lasciato June Churchill davanti al Royal Liverpool Hospiral, l’uomo l’avrebbe inoltre minacciata di non rivelare a nessuno le sevizie subite. June è stata poi ricoverata con profonde ferite al petto e al torace e con il cranio fratturato.

La donna ha deciso di raccontare tutto al Daily Mail, confessando anche la sua paura di essere decapitata e non solo: “Questa storia mi ha dato uno scopo perché ora farò in modo che quello che ho subito io non debba mai capire a nessun’altro. Mi sentivo come se stessi per morire. Pensavo che il mio tempo era finito e che poteva uccidermi da un momento all’altro”.

In passato l’uomo aveva già tentato di strangolare la 52enne ed è per questo che era obbligato a non avvicinarsi a quella casa che per tre giorni è stata per June Churchill un luogo dell’orrore. David avrebbe torturato la donna proprio perchè a causa delle continue violenze domestiche quest’ultima lo aveva allontanato avviando le pratiche per il divorzio.

Per l’incendio invece, l’assicurazione non rimborserà alla donna i danni subiti dall’abitazione poichè il fuoco è stato appiccato dall’uomo che risiedeva ufficialmente nella casa. Come gesto di cortesia però le hanno offerto 5mila sterline.

Lascia un commento

Back to Top