HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiEdlira Copa: uccise le tre figlie, era incapace di intendere
Edlira Copa

Edlira Copa: uccise le tre figlie, era incapace di intendere

di

Edlira Copa nel marzo scorso accoltellò nel sonno le tre figlie di 13, 10 e 3 anni. Una perizia psichiatrica attesta che non era in grado di intendere e volere

Edlira CopaHa ucciso nel sonno le sue tre figlie, che avevano 13, 10 e 3 anni, ma era totalmente incapace di intendere e di volere. Ecco perché Edlira Copa non può essere ritenuta penalmente colpevole di quel brutale triplice omicidio avvenuto a Chiuso, in provincia di Lecco, il 9 marzo scorso.

La 37enne di origini albanesi durante la notte aveva preso un coltello a inferto una novantina di colpi alle figlie Simona, Keisi e Sidny, lasciandole tutte sul letto matrimoniale prima di tentare i suicidio gettandosi dalla tromba delle scale del palazzo dove vivevano. Ma dietro a quel gesto, come hanno stabilito nella loro relazione appena depositata dal Gip i tre psichiatri esperti incaricati dalla Procura, non c’era dolo bensì una mente malata da tempo anche se la donna non risultava essere seguita da nessuno specialista.

Lo conferma anche l’avvocato della donna, Andrea Spreafico: “Quella sensazione era emersa anche subito dopo i fatti e il lavoro successivo ha permesso di raccogliere altri elementi utili circa l’esistenza di una patologia”. E’ possibile che soffrisse di psicosi-paranoide che è esplosa quando nella vita della donna si sono materializzati problemi personali. Una situazione che si è ripresentata qualche mese fa quando Edlira, in carcere, ha cercato di suicidarsi stringendosi al collo una calza di nylon.

Ora comunque il suo avvocato sarà convocato dal Gip di Lecco che chiuderà l’incidente probatorio fissando un’udienza preliminare per sancire quello che ormai appare chiaro: la donna sarà rinchiusa in una struttura protetta perché ritenuta comunque pericolosa, anche per se stessa.

Lascia un commento

Back to Top