HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsEdward Brown, uccide la figlia e la dà in pasto al cane

Edward Brown, uccide la figlia e la dà in pasto al cane

di

Edward Brown avrebbe ucciso la sua piccola bambina Serenity nel 2006 e per tutti questi anni è stato coperto da sua moglie Paula Johnson. La vicenda è accaduta a Brooklyn, negli Stati Uniti, ed è una tragedia simile ad un racconto dell’orrore, ma purtroppo si tratta di una triste realtà

La piccola Serenity Brown aveva soltanto 2 anni quando è stata uccisa brutalmente dal padre Edward Brown. La bambina era tra le braccia della madre ma come fanno tutti i bambini non ne voleva sapere di calmarsi, poco dopo il padre avrebbe avuto un raptus di follia causato dalle risa di Serenity.

Poco dopo infatti, Edward Brown  avrebbe strappato dalle braccia di Paula la piccola anima innocente e l’avrebbe colpita con un pugno violento al lato sinistro del piccolo petto facendole perdere conoscenza.

Successivamente il signor Brown avrebbe portato in bagno la figlia immergendola in una vasca colpa d’acqua per poi sezionare il suo corpicino con un coltello da cucina. Solo dopo avrebbe smembrato il corpo e lo avrebbe dato in pasto al suo cane, un pitbull che nel 2013 è stato soppresso una volta scoperto dalla polizia il segreto che Edward Brown portava dentro di se da diversi anni.

Solo nel 2011 sono iniziati i sospetti per questa storia agghiacciante, quando degli assistenti sociali hanno fatto visita alla mamma di Serenity per sapere il motivo delle continue assenze scolastiche di un suo altro figlio. La donna avrebbe in quel momento confessato tutta la vicenda poichè gli assistenti non avrebbero trovato in casa la piccolina.

Edward BrownAttualmente le indagini continuano però, il padre della vittima resta libero perchè i fatti sono avvenuti diversi anni fa e perchè non esistono prove certe che possano colpevolizzarlo.

Edward Brown è dunque indagato a piede libero in attesa della fine delle indagini che potrebbero finalmente dare giustizia alla bimba.

Lascia un commento

Back to Top