HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiElena Ceste, la donna scomparsa da 20 giorni da Costiglione d’Asti

Elena Ceste, la donna scomparsa da 20 giorni da Costiglione d’Asti

di

Parla nuovamente Michele, il marito di Elena Ceste

elena_cesteAppena sono entrato nel cortile mi ha colpito quel maglione e allora sono sceso subito dalla macchina e sono andato a prendere quel maglione, e togliendolo ho visto che c’erano le sue ciabatte sotto e ho detto che cosa ha combinato mia moglie, cosa sta facendo, e ho pensato al male e mi sono fatto subito un giro intorno alla casa per vedere se si fosse nascosta da qualche parte, se avesse fatto una sciocchezza e poi non trovandola in strada sono entrato in casa chiamandola, cercandola dapertutto non trovandola“.

Inizia cosi una lunga intervista che Michele, il marito di Elena Ceste ha rilasciato alla trasmissione Chi l’ha visto.

Dopo averla cercata in casa, Michele il marito di Elena Ceste esce e trova vicino al cancello  gli occhiali e tutti gli altri vestiti di Elena Ceste, biancheria intima compresa.

Mi vergognavo che gli altri l’avrebbero vista senza indumenti, e allora il mio pensiero ho preso quei panni li ho messi sul sedile e sono andato alla ricerca di mia moglie. Passate le prime ore ho iniziato a pensare che mia moglie avesse fatto un gesto folle, però dalla ricerca che ho fatto ed anche grazie a tutte le persone che si sono interessate, sia da parte delle istituzioni che dai privati cittadini, amici e parenti che hanno cercato ognuno nel proprio pezzo di terra e abbiamo battuto il territorio palmo palmo, ho capito che mia moglie non si poteva allontare da sola, non poteva fare un gesto folle da sola

Anche i genitori di Elena Ceste pensano che non si possa essere allontanata da sola e nonostante il dolore hanno seguito da vicino le ricerche.

Il papà Franco: “C’erano tre elicotteri che giravano, vigli del fuoco, guardia forestale, protezione civile, c’erano tutti, i cani, le unità cinofile e non hanno trovto nulla. Dobbiamo solo pensare che l’hanno portata via“.

Dopo tante ricerche di Elena Ceste nessuna traccia e rimane ancora il mistero dei vestiti. Come poteva Elena Ceste essersi allontanata nuda in una fredda mattinata di inverno?

Ecco che cosa dice Michele: “la vicina la vede vestita diversamente di come io ricordavo di averla vista vestita la mattina. I vestiti che ho ritrovato sono però gli stessi che aveva al mattino quando l’ho vista io

Quindi Elena Ceste potrebbe essersi cambiata, ma cosa significano allora quei vestiti lasciati fuori casa. Sono passati 20 giorni dalla sua scomparsa e l’unica traccia per ora è quella trovata dai cani molecolari dei carabinieri.

Usciti dal cancello di casa prendono la strada che porta alla Chiesa di Santa Margherita, arrivati li i cani si fermano vicino ad una panchina e poi più nulla. Forse qualcuno la stava aspettando? I cani perdono le sue tracce perchè Elena Ceste è salita su una macchina?

Una cosa però non torna, perchè sparire proprio quella mattina e con soli 20 minuti a disposizione, quando avrebbe potuto farlo in qualsiasi altro giorno con i bambini a scuola e il marito Michele al lavoro.

Contina la sua intervista il marito con un mea culpla dicendo: “mi sto accorgendo che forse mia moglie mi stava dando dei segnali che io ho tralasciato. Spero che chi l’abbia aiutata, e non sto dicendo che l’ha portata via con la forza, che si faccia un esame di coscienza perchè noi abbiamo bisogno di Elena“.

Poi un passionale appello alla moglie: “Ad Elena dico di tornare a casa perchè la amo tanto e insieme a me la amano anche i figli e poi ci sono ancora i genitori, i cognati, i parenti e tutti i vicini è amata da tutti perchè Elena è conosciuta e benvoluta

Lascia un commento

Back to Top