HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiElisa Presta morì dopo un intervento, arrestati tre medici
Elisa Presta

Elisa Presta morì dopo un intervento, arrestati tre medici

di

A Potenza finiscono ai domiciliari il primari di cardiochirurgia e due altri chirurghi. Il caso venne sollevato da una clamorosa intercettazione nell’agosto scorso

Elisa PrestaTre medici arrestati, tra i quali il primario del reparto di Cardiochirurgia dell’azienda ospedaliera ‘San Carlo di Potenza, il 54enne Nicola Marraudino accusato anche di falso in atto pubblico per aver falsificato il registro operatorio (gli altri due sono Michele Cavone, 61 anni, e Matteo Galatti, di 46).

Sono questi i clamorosi provvedimenti della Squadra mobile di Potenza che ha eseguito questa mattina un’ordinanza emessa dal gip del capoluogo lucano su richiesta della Procura della Repubblica. I tre sono tutti accusati di omicidio colposo in concorso per la morte di Elisa Presta, la 71enne che morì il 28 maggio 2013 in seguito alle complicanze sorte durante un intervento di cardiochirurgia eseguito in quel nosocomio.

Le indagini partirono nel novembre di quell’anno in seguito a un esposto anonimo e lo scorso 14 luglio venne depositata la perizia medico-legale. Ma soprattutto aveva fatto molto scalpore quanto pubblicato il 29 agosto dal sito ‘Basilicata 24’ con un’intercettazione nella quale Cavone ammetteva gravi comportamenti suoi e di altri medici a partire dal primario durante l’intervento di cardiochirurgia.

In seguito all’arresto dei tre medici, che ora sono ai domiciliari, il commissario dell’Azienda Ospedaliera ‘San Carlo’, Rocco Maglietta, ha disposto l’immediata interruzione delle attività ordinarie in quel reparto anche se il personale verrà organizzato per garantire le emergenze.

Lascia un commento

Back to Top