HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiEmanuela Orlandi, l’audio delle sevizie: “Basta, mi fa male”

Emanuela Orlandi, l’audio delle sevizie: “Basta, mi fa male”

di

emanuela orlandiSono trascorsi ben 33 anni dalla sparizione di Emanuela Orlandi. Dopo più di tre decenni, un audio choc rivela le sevizie sessuali subite da una ragazza, che molto probabilmente potrebbe essere Emanuela. L’agghiacciante registrazione in questione è stata trasmessa dal programma televisivo Chi l’ha Visto

Soltanto tre mesi fa i genitori di Emanuela Orlandi sono entrati in possesso di una registrazione audio terrificante. In quest’ultima si sentono tre uomini dall’accento romanesco che parlano e seviziano una ragazza. Si tratta davvero di Emanuela, scomparsa da Città del Vaticano nel 1983?

Le parole pronunciate dalla vittima mettono i brividi: prega i suoi aguzzini di smetterla, di lasciarla andare. La giovane subisce violenze sessuali, atroci torture e forse anche la stimolazione elettrica.

Nel nastro, come chiarisce Fanpage.it, le tre voci non sono udibili, ma nella trascrizione dei servizi segreti le frasi pronunciate dai tre sono presenti. Vediamo cosa dicono:

(A. voce femminile – B. voci maschili)

A. “Oddio il sangue, quanto sangue…”
A. Si lamenta “ahio, ah..” (respira affannosamente)
B. voci incomprensibili.
A. “Mi fa male, no!” (piange, dice “basta” con la bocca semitappata). “Sto svenendo, sto svenendo” si sente un rumore di qualcosa appoggiato al microfono.
A. (Sospiro) “Ahh…viene…Ahiaa, mi sento male…oddio mi sento male….ahio…che male…dio che male, che male! Dovevo darti quel numero di telefono
B. Voce maschile romanesca
A. “Non più”
B. Voce maschile: “No, fatti fare”
A. Si lamenta e continua a ripetere basta con la bocca semitappata.
B. Voce metallica di sottofondo : “Vogliam travèl”
A. (continua a lamentarsi): Oddio, ahio, oddio, perché non la smettete…perché Dio….Dio perché…Oddio”.

A quale numero si riferiva la giovane? Questo per ora è un enorme punto interrogativo.

Lascia un commento

Back to Top