HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsEmilia Mitroi, sbranata dal pitbull del figlio ora accusato di omicidio colposo

Emilia Mitroi, sbranata dal pitbull del figlio ora accusato di omicidio colposo

di

Emilia MitroiEmilia Mitroi, 53 anni, è stata uccisa dal pitbull del figlio. L’agghiacciante vicenda è stata riportata dal Messaggero

A ritrovare il corpo senza vita fatto a pezzi dal pitbull è stata la vicina di casa della vittima che ha raccontato di aver trovato una scena raccapricciante.

Emilia Mitroi portava spesso da mangiare a quel cane che faceva da guardia ad una casa in costruzione. Improvvisamente però, il pitbull ha azzannato la 53enne provocandole ferite profonde e gravi al collo e alla testa. Le ha poi strappato la mano destra ed ha ridotto in brandelli i vestiti che sono stati trovati dagli esperti sparsi per tutto il cortile.

Il corpo della donna è stato trovato aggrovigliato alla catene del cane che, secondo i conoscenti, è sempre stato aggressivo e fuori controllo. Gli esperti hanno dovuto usare un sedativo per calmarlo ma poi hanno dovuto opprimerlo:“Attaccava sempre le persone e adesso è stato soppresso . Tuttavia ritengo dovesse essere abbattuto prima e non lasciato in cura a una donna che non era in grado di difendersi dal suo feroce attacco”.

Emilia Mitroi ha cercato di difendersi dall’aggressione del pitbull ma purtroppo non è riuscita a liberarsi da quella morsa mortale: “La paziente è morta a causa delle lesioni al collo e alla testa causate dai morsi dell’animale. Quando siamo arrivati, la tragedia era già avvenuta. La donna era nuda, l’animale le aveva strappato i vestiti di dosso e aveva disseminato i brandelli per tutto il cortile”.

A dover rispondere della morte di Emilia Mitroi sarà il figlio, Stefan Mitroi, 35enne proprietario del cane, che è stato accusato di omicidio colposo perchè non è stato capace di tenere un cane così violento e pericoloso per le persone sotto il massimo controllo: “E’ una tragedia. Lo abbiamo sempre tenuto incatenato. Di solito lei stava a una distanza di sicurezza dal cane”.

Lascia un commento

Back to Top