HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidi in FamigliaEmpoli: Professore uccida la madre e si suicida

Empoli: Professore uccida la madre e si suicida

di

Tragedia familiare a Marcignana una frazione di Empoli, dove un professore in pensione ha ucciso la madre anziana prima di togliersi la vita

E successo questa mattina a Marcignana, una piccola frazione di Empoli in provincia di Firenze. Un uomo Piero Taddei un ex professore di 66 anni in pensione ha sparato alla madre anziana Assunta Brogi di 86 anni e poi si è tolto la vita.

E’ accaduto al civico 41 di Via della Nave dove l’uomo viveva con la moglie in un appartamento attiguo a quello della madre.

I carabinieri e la scientifica stanno indagando a fondo per ricostruire l’esatta dinamica del gesto e soprattutto il motivo che lo ha spinto a fare questo. Dalle prima informazioni sembra che l’uomo abbia chiamato la madre malata da tempo nel suo appartamento e qui le ha sparato all’altezza della spalla con una revolver regolarmente detenuta. Dopodiché ha puntato la pistola contro di sè suicidandosi.

empoliL’uomo ha approfittato dell’assenza della moglie che in questi giorni si trovava nelle Marche per visitare il santuario mariano di Loreto insieme ad altri fedeli in una gita parrocchiale. La coppia non ha figli e quindi non c’era nessuno in casa che potesse impedire quanto successo. Piero ha agito indisturbato con gli spari che si sono uditi sino al circolo del paese che si trova nelle vicinanze e che ha dato subito l’allarme ai carabinieri. Ancora non si sa il motivo del gesto, probabilmente l’uomo era esasperato per la malattia della madre che lui stesso accudiva e durante un momento di debolezza forse non ha retto e ha fatto fuoco prima contro di lei e poi probabilmente come succede spesso in questi casi preso dal rimorso ha puntato l’arma contro se stesso decidendo di farla finita.

Da quanto appurato sin d’ora non risulta che l’uomo abbia lasciato qualche bigliettino in casa il che lascia pensare che non è stata premeditata la cosa.

Lascia un commento

Back to Top