HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiEnzo Costanza, fuggito con il figlio di 16 giorni: è caccia all’uomo

Enzo Costanza, fuggito con il figlio di 16 giorni: è caccia all’uomo

di

Enzo CostanzaEnzo Costanza, impiegato di 38 anni, è scappato via dall’Italia portando con sè il suo piccolo bambino di soli 16 giorni. La moglie dell’uomo non si dà pace e vuole ritrovare a tutti i costi suo figlio e suo marito che soffre di turbe psichiche

Enzo Costanza è fuggito a bordo della sua Fiat Freemont grigio argento ed è proprio a Valencia che avrebbe fatto il pieno di benzina utilizzando una carta di credito. L’auto, dopo essere stata ripresa mentre attraversava il confine della Francia, è stata avvistata in Spagna ma dell’uomo e del bimbo non ci sono ancora tracce.

Le sue generalità sono state diffuse dal Comando provinciale che spera che qualcuno possa chiamare e fornire notizie utili alle ricerche. Enzo Costanza è alto 1.85 metro, ha i capelli corti neri, occhi scuri ed al momento della scomparsa indossava una camicia beige con un paio di pantaloni marroni. Il piccolo di due settimane invece aveva una tutina beige e rossa con un disegno sopra, una copertina azzurra e un bavaglino beige.

Pochi sono i testimoni che hanno avvistato l’uomo, tra cui un signore che mercoledì mattina ha visto padre e figlio nell’Hotel Ibis Caluire di Lione: “L’ho visto mentre spingeva il passeggino. Una scena normale, persino dolce. E’ uscito dall’ascensore con me. Il neonato aveva un tutina azzurra e un berrettino. Il padre aveva con sé una specie di borsa porta documenti e una sacchetto di nylon, di quelli della spesa, che ciondolava. Sembravano in salute. Stavano bene”.

Enzo Costanza ha lasciato la moglie al parcheggio di un supermercato e si è dato alla fuga. Nessuno sa cosa gli è passato per la testa. L’unica cosa sicura è che il 38enne aveva smesso di curarsi e che durante l’ultima visita di controllo il medico gli aveva addirittura raddoppiato la dose di farmaci. L’uomo aveva sbalzi d’umore continui, prima felice poi terrorizzato anche dal cibo italiano: “Vogliono avvelenarci, non dobbiamo fidarci di nessuno. Meglio andare a comprare in Francia”.

Lascia un commento

Back to Top