HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsErnesto Albanese, ucciso con 30 coltellate e seppellito. Arrestati gli assassini

Ernesto Albanese, ucciso con 30 coltellate e seppellito. Arrestati gli assassini

di

Ernesto AlbaneseErnesto Albanese, 33 anni e residente a Fino Mornasco, è stato ritrovato senza vita alcune settimane fa sotterrato in un giardino di una villetta a Guanzate, nel comasco. Per l’omicidio dell’uomo arriva la svolta con l’arresto dei cinque presunti assassini

Ernesto Albanese è stato ucciso per un debito di droga. A dare le giuste indicazioni per ritrovare il cadavere è stato il racconto di una delle persone coinvolte nell’omicidio considerato l’anello debole del gruppo.

La Polizia di Como nelle ultime ore ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare per concorso in omicidio, sequestro di persona e per occultamento di cadavere per Luciano Nocera, Filippo e Andrea Internicola, Rodolfo Locatelli e Francesco Virgato. Una sesta ordinanza è stata invece notificata a Silvano Melillo per il solo reato di occultamento di cadavere.

Stando alla ricostruzione dei fatti,uno degli arrestati la sera dell’8 giugno scorso ha fermato il 33enne in un parcheggio, lo ha colpito con un bastone costringendolo a salire in macchina. Poco dopo la vittima è stata abbandonata agonizzante per ore nel bosco di Guanzate. I suoi assassini lo hanno torturato passandosi il coltello tra di loro e colpendolo con violenza almeno trenta volte su organi non vitali così da poter prolungare l’agonia e il dolore. Il giorno dopo gli aguzzini hanno scavato una profonda buca nel giardino di una casa, hanno seppellito Ernesto Albanese ed organizzato un grigliata forse per non destare sospetti.

Quella di Ernesto Albanese è stata una esecuzione esemplare, un delitto brutale e violento riservato a chi come lui è considerato un traditore.

L’uomo aveva rischiato la vita già il 5 giugno scorso ma per sua fortuna Virgato e Andrea Internicola avevano sbagliato casa e obiettivo. I due killer infatti, avevano aperto il fuoco contro un uomo totalmente estraneo alla vicenda che fortunatamente era riuscito a scampare al delitto.

Lascia un commento

Back to Top