HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti StradaliFabio Giannone è stato ucciso: il fatale incidente stradale era un omicidio

Fabio Giannone è stato ucciso: il fatale incidente stradale era un omicidio

di

carabinieri2Sembrava essere stato soltanto un fatale incidente stradale, ma soltanto con il tempo è stato scoperto che Fabio Giannone, 21 anni, sarebbe stato ucciso per vendetta

Il 9 aprile scorso in via Vittorio Emanuele terzo a Secondigliano il 21enne Fabio Giannone ha perso la vita. Quel che inizialmente era stato etichettato come incidente stradale, è diventato con i giusti elementi un orribile omicidio. Fabio non è morto per una distrazione fatale mentre era alla guida del suo scooter. Il giovane sarebbe stato speronato dai suoi killer i quali lo avrebbero investito per straziare il suo corpo con la loro auto, investendolo più volte tra retromarcia e partenza.

Dalle immagini di una telecamera di sorveglianza della zona è venuta fuori la svolta e la verità su quel finto tamponamento. E’ proprio in quelle immagini che si vedrebbe quella auto falciare lo scooter del giovane per poi investirlo ancora, per altre due volte.

Quell’auto che ha ucciso Fabio Giannone è risultata essere rubata. La vettura forse era stata presa proprio per mettere a segno l’omicidio. Ma chi avrebbe voluto il 21enne morto? Tutto ruoterebbe intorno ad un pestaggio di un giovane avvenuto mesi fa, finito in ospedale perchè avrebbe appiccato un incendio alle serrande di un negozio di abbigliamento. Giannone sarebbe stato ucciso per vendetta perchè parente di un gruppo di persone che si sarebbero vendicate per quell’incendio. Per il momento però non si hanno assolute certezze ed è per questo che le indagini continuano.

Lascia un commento

Back to Top