HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsFederica Sciarelli indignata per la vicenda dei compensi ai familiari di Veronica Panarello: «Non bisogna mai pagare»
federica sciarelli

Federica Sciarelli indignata per la vicenda dei compensi ai familiari di Veronica Panarello: «Non bisogna mai pagare»

di

Federica Sciarelli, nella puntata di “Chi l’ha visto?” andata in onda ieri sera, ha tuonato contro Barbara D’urso anche se non ha mai fatto il suo nome. La giornalista ha espresso il suo punto di vista sulle intercettazioni che hanno visto coinvolti i parenti di Veronica Panarello in un giro di interviste a pagamento.

loris stivalLa reazione di Federica Sciarelli alla polemica che ha visto coinvolti i parenti di Veronica Panarello, attualmente detenuta in carcere perché accusata di aver ucciso suo figlio Loris Stival, è arrivata puntuale in prima serata. La giornalista Rai ha affrontato la questione in maniera molto professionale perché non ha mai attaccato direttamente Barbara D’Urso e ha ricordato che il presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Iacopino, in passato aveva fatto una denuncia, senza conseguenze. Secondo le intercettazioni i parenti di Veronica Panarello, hanno partecipato a programmi tv per convincere il pubblico che la donna fosse innocente. All’inizio si sono mostrati un po’ titubanti, poi la situazione si è ribaltata, tanto che le interviste televisive erano diventate quasi un lavoro.

Federica Sciarelli ha riportato l’attenzione sull’omicidio di Loris Stival e sul fatto che un bambino è stato ucciso. Le indagini sono chiuse e per la procura la colpevole è Veronica. La giornalista ha ricordato che la Rai non offre compensi per le interviste, quando c’è il denaro le testimonianze vengono falsate e si finisce per non parlare delle vittime. In studio era presente anche il legale del padre di Loris Stival che ha dichiarato che in questo modo si influenza l’opinione pubblica e tra gli spettatori potrebbero esserci i giudici della giuria popolare. Secondo il legale l’informazione ha spostato in maniera forte quanto accaduto quel giorno a Santa Croce Camerina. Ricordiamo infatti che nelle intercettazioni si legge che la madre di Veronica Panarello, Carmela Angussa, è stata convinta a cambiare la sua versione fornita agli inquirenti per questioni televisive. In altre intercettazioni Barbara D’Urso invita Carmela in trasmissione perché «sono più importanti cinque minuti di diretta che un intero processo». La cosa più sconcertante è il tariffario per la partecipazione agli altri programmi Mediaset.

La madre e la sorella di Veronica non hanno commesso alcun reato, hanno firmato dei contratti e si sono impegnate con Mediaset. Avendo una situazione economica difficile hanno pensato di sfruttare la tragedia del piccolo Loris. Sicuramente sono delle persone meschine, così come chi ha permesso tutto questo. Federica Sciarelli ha ricordato che i giornalisti hanno un codice deontologico da rispettare, poco importa che Barbara D’Urso non lo sia sulla carta visto che sbandiera ai quattro venti il contrario.

Lascia un commento

Back to Top