HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaFederico Barakat, ucciso dal padre in una casa protetta: assistenti sociali assolte

Federico Barakat, ucciso dal padre in una casa protetta: assistenti sociali assolte

di

Federico BarakatFederico Barakat aveva solo 8 anni quando è stato ucciso dal padre a colpi di pistola. Il piccolo si trovava in una casa protetta seguito dagli assistenti sociali

L’omicidio di Federico Barakat non era prevedibile ed è per questo che la Cassazione ha deciso di assolvere definitivamente le due assistenti sociali che erano state processate perchè non erano state in grado di proteggere il piccolo dalla pericolosità del padre.

Gli assistenti sociali facevano parte della vita di Federico Barakat da quando la mamma, Antonella Penati, ed il papà di origine egiziana, Mohamed Barakat, si erano lasciati.

Antonella aveva sempre definito il marito come un uomo violento e aggressivo, aveva per questo sporto denuncia ed aveva cercato in tutti i modi di proteggere il suo bambino impedendogli di rimanere solo con il padre.

E’ proprio per questo motivo che erano intervenuti gli assistenti sociali i quali davano la possibilità a Mohamed Barak di incontrare il piccolo Federico all’interno di una casa protetta della Asl di San Donato Milanese.

Il 25 febbraio 2009, nonostante gli appelli disperati di Antonella che continuava a chiedere la sospensione degli incontri padre-figlio, Mohamed uccise con tre colpi di pistola e alcune coltellate Federico Barakat. In quel tragico momento due assistenti sociali ed un educatore non erano presenti, si erano allontanati per qualche minuto ed è per questo che dopo l’omicidio andarono a processo. Furono assolti in primo grado ed ora la Cassazione ha deciso di chiudere definitivamente questa storia confermando le tre assoluzioni.

Eppure, la pericolosità di quell’uomo che in passato aveva commesso stalking e minacce e che aveva un processo che si sarebbe celebrato alla fine di quell’anno era stata confermata da una perizia psichiatrica.

E gli appelli della madre? Vennero completamente ignorati perchè giudicata una mamma isterica e iperprotettiva.

Sarà proprio mamma di Federico Barakat a pagare parte delle spese processuali, oltre il danno dunque dovrà subire anche la beffa.

Lascia un commento

Back to Top