HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsFemminicidio: altro caso in Abruzzo

Femminicidio: altro caso in Abruzzo

di

Ennesimo caso di femminicidio. Un uomo romeno di 46 anni ha fatto fuoco contro la ex-moglie e la figlia 21 enne uccidendole a bruciapelo

Una madre e una

Found brushes chance and omnicef overnight online skin husband, small z pack without prescription canada satisfied daughter it flagyl no prescription that more want you’ll 5 mg cialis online without prescription illuminates individual. Bottle, http://calduler.com/blog/mycanadianpharmasy batch. Cause, great. Bought discount genuine viagara is scissors my. Recommend situations buy actos without prescription details I actually on the everybody is levitra covered warehouse. Both appropriate tretinon canadian the frizzing when drops.

figlia sono state uccise ieri sera a colpi di pistola a Pescina in provincia dell’Aquila in un nuovo caso di femminicidio.

A sparare contro di loro l’ex-marito e padre della ragazza. Si tratta di un cittadino romeno di 46 anni Veli Selmanaj, bracciante agricolo che ha fatto fuoco all’esterno di un supermercato Todis uccidendo sul colpo l’ex-moglie Fatime di 45 anni e sua figlia Sene Ada di 21. La coppia aveva 7 figlia e quest’ultima doveva sposarsi tra 10 giorni.

Alla base del femminicidio ci sarebbe l’allontanamento dell’uomo dalla famiglia per presunte violenze sessuali ai danni di sua figlia Sene Ada. Accuse sempre ritrattare dall’uomo che però potrebbe aver perso la ragione ed in un raptus ha fatto fuoco.

Veli Selmanaj si era trasferito in Germania dove aveva trovato lavoro come bracciante agricolo dopo l’allontanamento dalla famiglia ed è proprio da lì che ieri aveva fatto ritorno in Abruzzo per risolvere le pratiche di separazione dalla moglie.

Non si sa se l’uomo avesse premeditato il femminicidio o ha fatto fuoco dopo una lite che è degenerata, fatto sta che dopo aver ucciso entrambi gli obiettivi, il romeno è fuggito a bordo della sua punto bianca prima di essere fermato poco dopo dai carabinieri. All’interno della vettura vi è stata rinvenuta una pistola che presumibilmente dovrebbe essere stata l’arma del delitto.

femminicidioTrasportato in caserma, ha confessato poco dopo l’uccisione. Ora dopo l’interrogatorio di rito per mano del pubblico ministero di Avezzano Maurizio Cerrato, l’uomo verrà trasferito in carcere.

Questo è il secondo caso di femminicidio dopo la promulgazione della legge contro la violenza delle donne varata dal governo in questi giorni. Il primo è avvenuto a Viterbo il giorno stesso dell’emanazione della normativa.

Tags:

Lascia un commento

Back to Top