HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsOmicidi in FamigliaFiona Anderson, 23enne incinta, uccide i tre figli e poi si suicida

Fiona Anderson, 23enne incinta, uccide i tre figli e poi si suicida

di

Fiona AndersonFiona Anderson, 23enne residente a Lowestoft, in Inghilterra, ha ucciso i suoi tre bambini per poi togliersi la vita. Un omicidio-suicidio che al momento sembra non avere spiegazioni certe

Sembra un film dell’orrore, una storia assurda ma che purtroppo è realmente accaduta. Fiona Anderson ha deciso di uccidere i suoi tre figli che una volta morti ha vestito con i pigiamini e sistemato con cura a letto come se stessero dormendo. Sulla loro fronte è stato trovato del rossetto, segno che la madre aveva dato loro il bacio della buona notte dopo aver disegnato un cuore con su scritto “I love you”.

Nella lettera lasciata prima di togliersi la vita la giovane aveva dimostrato tutto l’amore per i suoi figli, aveva infatti scritto: “Li ho messi a letto con i loro orsacchiotti, stanno dormendo tutti insieme, sembrano così tranquilli. Una mamma non abbandona mai i suoi bambini.”

La 23enne ha poi imbrattato i muri di casa con delle scritte fuori dal comune, delle frasi che nessuna persona sana di mente avrebbe mai scritto ed è uscita di casa recandosi in un parcheggio a più piani che si trova nelle vicinanze della sua abitazione dove si è suicidata.

Fiona Anderson non solo ha tolto la vita a 3 bimbi innocenti, ma anche al feto che portava in grembo.

Kyden di 11 mesi, Levina e Addy di 2 e 3 anni sono morti annegati, la madre infatti ha deciso di ucciderli mentre li aiutava a farsi il bagnetto.

Secondo gli esperti Fiona Anderson non avrebbe premeditato questo tragico omicidio-suicidio proprio perchè sui corpicini dei piccoli non sono stati trovati segni di violenza o di qualche tentativo di resistenza.

Il raptus di Fiona Anderson sarebbe scattato dopo aver litigato con l’ex compagno che aveva accusato di avere un’altra relazione a differenza sua che invece era sola, incinta e con tre figli.

Lascia un commento

Back to Top