HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiUltimissimeFrancesca Benetti, la vedova scomparsa è stata uccisa dal custode

Francesca Benetti, la vedova scomparsa è stata uccisa dal custode

di

La 55enne Francesca Benetti era scomparsa a Grosseto, gli unici indizi ritrovati nella sua villa erano delle macchie di sangue che hanno fatto presupporre subito al peggio

Lunedì scorso la denuncia di scomparsa, e poi la macabra scoperta. L’assassino di Francesca Benetti aveva compiuto un delitto quasi perfetto, aveva ucciso la donna e poi fatto scomparire il suo cadavere.

Il principale sospettato dell’omicidio è stato dal principio il 69enne Antonino Bilella, il custode della Villa Adua di Francesca, in cui l’uomo teneva puliti i terreni circostanti e pagava un piccolo affitto per abitare in uno degli appartamenti della villa.

Inizialmente il procuratore capo Francesco Verusio aveva dichiarato riguardo la posizione di Bilella“L’indagine non è ancora chiusa, ma ci sono fondati motivi per credere che il fattore sia coinvolto in questa vicenda. E non è da escludere nemmeno che sia stato aiutato da qualcuno”.

Bilella avrebbe dunque ucciso Francesca Benetti perchè infatuato della donna che però non ricambiava il sentimento. Francesca avrebbe voluto addirittura licenziare il custode per il lavoro che non svolgeva alla perfezione.

Il delitto quindi, causato da un movente passionale, è avvenuto con certezza nella villa della 55enne, e sono state proprio le tracce di sangue ritrovate a darne la conferma.

Francesca BenettiL’assassino ha cercato di lavarle via, senza riuscirci, tanto che le tracce di sangue di un ipotetico trascinamento di un corpo verso l’uscita della villa sono ben visibili.

Dopo aver ucciso Francesca Benetti, Bilella avrebbe pensato di disfarsi di una delle due auto possedute dalla donna chiamando uno contattando uno sfasciacarrozze.

Tutti ricordano Francesca come una persona sempre solare e con il sorriso sulle labbra, nonostante solo due anni e mezzo aveva perso suo marito, ed è per questo che volendo iniziare una nuova vita, aveva deciso di lasciare Milano per trasferirsi a Maremma, dove però ha incontrato il suo assassino.

Lascia un commento

Back to Top