HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti StradaliNewsFrancesca Bilotti, uccisa dal bus su un’area non consentita ai pedoni

Francesca Bilotti, uccisa dal bus su un’area non consentita ai pedoni

di

Francesca BilottiFrancesca Bilotti, studentessa universitaria di 23 anni, è stata investita ed uccisa da un bus il 24 novembre scorso. Solo nelle ultime ore è emerso che nell’area nella quale camminava la ragazza non era consentito il transito ai pedoni

Un segnale di divieto probabilmente non visto nella zona terminal del campus universitario di Fisciano è costato la vita a Francesca Bilotti che quel tragico giorno, come tutte le mattine, avrebbe dovuto varcare la soglia dell’Università degli Studi di Salerno.

La 23enne, secondo quanto riferito dall’ingegnere della motorizzazione civile Alessio Bertini, sarebbe stata colpita in una zona in cui è severamente vietato l’attraversamento pedonale.

La segnalazione che avrebbe potuto salvarle la vita però, è risultata essere installata solo in un unico lato. Se il divieto fosse stato visibile anche nel luogo in cui è avvenuto il tragico omicidio, Francesca Bilotti avrebbe probabilmente proseguito obbligatoriamente per l’altra strada.

La consulenza inoltre, sta controllando anche le presunte responsabilità dell’autista, indagato per omicidio colposo, che avrebbe potuto accorgersi in ogni caso della presenza della studentessa. L’uomo però, dopo l’omicidio aveva dichiarato: “Quando sono arrivato al terminal di Fisciano, a causa della coda degli altri mezzi, mi sono fermato con la parte anteriore che aveva varcato il cancello di ingresso e quella posteriore ancora fuori. Ho atteso che il collega che si trovava dinanzi al mio pullman liberasse la zona ed ho eseguito questa maledetta manovra per portarmi al nostro box. Dallo specchietto la visuale copre soltanto la metà del mezzo ed il fondo e tra l’altro c’erano tanti ragazzi a bordo anche in piedi pronti per scendere. La parte anteriore destra è una zona oscura per noi. Nel fare la manovra purtroppo ho urtato questa ragazza non volendo, che è caduta e l’ho investita”.

Dalle registrazioni che hanno immortalato quei tragici momenti della morte di Francesca Bilotti si può ben vedere che la studentessa viene colpita alla testa proprio durante una manovra che avrebbe dovuto far completare il percorso del bus. La ragazza dopo il colpo perde i sensi, automaticamente crolla sotto il pullman e pochi attimi dopo viene schiacciata dalle ruote posteriori.

Visto la chiara dinamica dell’incidente il sostituto procuratore Amedeo Sessa potrebbe procedere con un avviso di chiusura indagini o di archiviazione del caso.

Lascia un commento

Back to Top