HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaPillole NereFrancesco Menetto: suicida dopo l’arresto del figlio
francesco menetto

Francesco Menetto: suicida dopo l’arresto del figlio

di

Francesco Menetto, un noto pediatra di 65 anni si è suicidato lanciandosi dal Ponte Monumentale di Genova. Il figlio era coinvolto in un’inchiesta giudiziaria. Anche la moglie aveva deciso di seguirlo ma all’ultimo momento ha esitato. Menetto aveva accusato la magistratura di essere “miope”, ma per il procuratore capo di Monza, questa è una reazione tipica. Il viceministro della Giustizia invece è apparso molto turbato.

francesco menettoNell’auto di Francesco Menetto è stato ritrovato un biglietto: «La magistratura miope a volte uccide». L’uomo era un noto pediatra e il figlio, Marco Menetto Bellario, coinvolto in un’inchiesta giudiziaria su un traffico di farmaci, è agli arresti domiciliari. Il corpo privo di vita di Francesco Menetto è stato ritrovato in Via XX Settembre. Insieme a lui c’era la moglie, che voleva farla finita per lo stesso motivo. I poliziotti della Questura sono riusciti a giungere in tempo e l’hanno bloccata. Ora è ricoverata in ospedale in stato di shock.

Agli arresti domiciliari, oltre al giovane farmacista, c’è anche la moglie titolare della farmacia posta sotto sequestro e tre ex dipendenti di una nota azienda farmaceutica che ha dichiarato di essere estranea alla vicenda. Con l’inchiesta “Pharma Connection” sono scattate le manette alle mani di 19 persone, di cui 13 ai domiciliari e 6 in carcere. Le accuse sono varie, dall’associazione a delinquere alla ricettazione e al riciclaggio.

Francesco Menetto, medico stimato in città, non è riuscito a reggere il peso degli eventi. Probabilmente, a farla finita, è stata la sensazione di aver fallito come padre e di non essere riuscito a trasferire al figlio i buoni valori in cui ha sempre creduto e che l’hanno reso un medico di successo. Il procuratore capo di Monza però è stato molto duro e ha preferito non commentare perché negli ultimi tempi pare che la principale imputata sia proprio la giustizia. Basta pensare ai fatti di Milano dello scorso mese. Ovviamente ha espresso tutto il suo rammarico. Il viceministro della Giustizia oltre a commentare il drammatico gesto, spera che le dure parole del procuratore di Monza siano state riportate in maniera errata.

Lascia un commento

Back to Top