HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNews“E’ fuggita con un altro”, dopo anni la confessione choc del fidanzato: “L’ho uccisa”

“E’ fuggita con un altro”, dopo anni la confessione choc del fidanzato: “L’ho uccisa”

di

Yvonne BaldelliDopo qualche anno dalla scomparsa della 42enne Yvonne Baldelli è stata fatta giustizia. E’ stato condannato il fidanzato, Brian Brimage, il quale aveva confessato di aver ucciso la donna soltanto dopo aver inventato una fuga della 42enne con un altro uomo

Tutto ha avuto inizio nel 2011, quando Yvonne Baldelli venne licenziata. La donna pensò subito di dare una svolta alla sua vita e in questo venne appoggiata dal fidanzato, che era stato per anni in Marina, il quale le propose di trasferirsi sull’isola di Carenero, non molto distante da Panama.

I sogni di Yvonne Baldelli sembravano essersi realizzati, tanto che alla famiglia raccontava sempre della sua nuova vita e di quanto fosse finalmente felice. Tutto cambiò ad appena tre mesi dalla partenza, quando Brian raccontò alla famiglia della donna, che era stato lasciato e che Yvonne era scappata con un altro uomo.

Una storia che sconvolse tutti: perchè Yvonne Baldelli sarebbe dovuta scappare via senza avvisare la famiglia e facendosi sentire soltanto tramite rare e-mail?

Quello che raccontava Brian sembrava essere un film, niente corrispondeva alle abitudini della 42enne, attaccata alla famiglia e felice per la sua nuova avventura. Allarmata la famiglia di Yvonne Baldelli fece scattare le ricerche. Intanto Brian tornò in California, per poi riprendere i contatti con la sua ex compagna, madre della sua bambina.

Soltanto con il passare del tempo venne a galla che la relazione tra Yvonne Baldelli e Brian era fatta di litigi, di alti e bassi. L’uomo venne indagato per la scomparsa della donna e grazie ad indagini più approfondite venne fuori l’amara verità.

Brian durante il suo soggiorno a Panama cercò su internet consigli per come pulire il sangue e mise in vendita un machete. Elementi che confermarono che Yvonne venne uccisa da colui che architettò la finta fuga della donna per non destare sospetti. Fu lui stesso inoltre ad inviare per un po’ le mail alla famiglia della donna fingendosi Yvonne.

Qualche mese dopo da Panama arrivò la conferma dell’omicidio: in uno zaino venne trovato un corpo, era di Yvonne, che era stata fatta a pezzi proprio con un machete. Soltanto dopo qualche anno Brian confessò l’omicidio, avvenuto, a sua detta, dopo una lite.

Negli ultimi giorni giustizia è stata fatta: Brian è stato finalmente condannato per il brutale omicidio della 42enne.

Lascia un commento

Back to Top