HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsGabriele Defilippi ha strangolato Gloria Rosboch nella Twingo Bianca di Roberto Obert
Gabriele Defilippi

Gabriele Defilippi ha strangolato Gloria Rosboch nella Twingo Bianca di Roberto Obert

di

È Gabriele Defilippi l’assassino della professoressa Gloria Rosboch. I Ris hanno analizzato tutte le tracce biologiche trovate nella Twingo Bianca di Roberto Obert concentrandosi su quelle presenti sul sedile posteriore.

Twingo Bianca di Roberto Obert

Twingo Bianca di Roberto Obert

Importanti novità nel caso dell’omicidio della professoressa Gloria Rosboch. Oggi sono stati resi noti i risultati delle analisi effettuate dai Ris sulla Twingo Bianca di Roberto Obert. Gli esperti hanno isolato le impronte dell’uomo sul lato guida, mentre quelle di Gabriele Defilippi sono presenti solo sul sedile posteriore. Nella perizia consegnata dai carabinieri si legge anche che non c’è segno della presenza di Efisia Rossignoli. La donna è indagata per omicidio ed è l’autrice della telefonata truffa alla professoressa Rosbosch. Il nuovo quadro che si configura non la vede più coinvolta in prima persona nell’omicidio.

Oltre all’auto di Obert è stata analizzata quella di Defilippi, ma è sulla Twingo Bianca che si sono concentrati i Ris di Parma. Sempre sui sedili sono state trovate tracce di urina non ancora ricondotte ad un soggetto in particolare ma è molto probabile che siano della vittima. Dunque vi sono sempre meno dubbi sul fatto che l’esecutore materiale sia il giovane Gabriele Defilippi.

Pochi giorni dopo il delitto della professoressa, Obert aveva portato la sua auto in un’officina per riparare il parabrezza. Gli inquirenti avevano ipotizzato che fosse stata la vittima, nel tentativo di difendersi, a romperlo, ma non vi sono tracce della Rosboch. La circostanza era stata già smentita da Obert e Gabriele Defilippi durante gli interrogatori degli scorsi mesi.

Nei prossimi giorni è attesa la decisione del Tribunale del Riesame di Torino, chiamato ad esprimersi sull’istanza presentata dai legali della madre di Gabriele Defilippi. Caterina Abbattista è detenuta in carcere dal mese di febbraio con l’accusa di concorso in omicidio. Il gip e la procura avevano già emesso parere contrario ma per i legali Grognardi e Gilardino la donna non poteva sapere nulla del delitto.

Fonte: La Stampa

Lascia un commento

Back to Top