HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsGabriella Fabbiano, uccisa e gettata in una cava: si segue la pista passionale

Gabriella Fabbiano, uccisa e gettata in una cava: si segue la pista passionale

di

Gabriella Fabbiano è la 43enne che lunedì è stata ritrovata senza vita nel laghetto di una cava a Cernusco sul Naviglio. Per gli esperti potrebbe trattarsi di un delitto passionale

Gabriella Fabbiano è stata uccisa con spietatezza da qualcuno che avrebbe programmato l’omicidio in modo meticoloso. La donna, che svolgeva lavori saltuari, era separata dal marito e aveva due figli, affidati esclusivamente all’uomo.

Il ritrovamento del cadavere è avvenuto lunedì scorso. La donna, vestita con un pigiama e scalza, è stata trovata avvolta in un sacco di cellophane legato a dei massi, in modo da poter far sprofondare il corpo senza vita nel corso d’acqua. Nonostante tutto però, il corpo di Gabriella Fabbiano è riemerso dando inizio alle indagini.

A stabilire le cause del decesso della 43enne sarà l’autopsia. Per gli inquirenti però, la morte potrebbe essere giunta per strangolamento, soffocamento o avvelenamento. Inoltre, è probabile che dietro l’occultamento del cadavere non ci sia una sola persona, ma un complice che avrebbe aiutato l’assassino.

Negli ultimi tempi, pare che la 43enne abbia avuto storie con diversi uomini. Con uno di questi, sembrerebbe avere avuto una relazione abbastanza tormentata. Per il momento non si hanno grandi sospetti, ma non è escluso che ad uccidere Gabriella Fabbiano possa essere stato proprio un uomo con il quale ha avuto una storia. Il marito però, sarebbe per gli investigatori assolutamente estraneo ai fatti e non collegabile alla vicenda.

Tanto è stato lo sconcerto per coloro che conoscevano Gabriella: “È lei, la vedevo quasi ogni giorno. Andava e tornava. Si vestiva sempre in modo bizzarro, giovanile: hot pants, scarpe con le zeppe”.

Lascia un commento

Back to Top