HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeGelosa del marito, lo accoltella in cucina in un albergo di Fermo
albergo di Fermo

Gelosa del marito, lo accoltella in cucina in un albergo di Fermo

di

E’ successo in un albergo di Fermo: la donna, 52enne di origini rumene, ha rimproverato il 41enne marito perché la sera dopo il lavoro se la spassa e poi l’ha colpito. Ne avrà per 30 giorni

 albergo di FermoAncora un dramma della gelosia che per poco non si è trasformato in tragedia, ma questa volta le parti sono invertite. Perché l’altra sera nella cucina dell’Hotel Astoria di Fermo ad essere accoltellato è stato un 41enne rumeno, che lì lavora come cuoco. E a colpirlo è stata la moglie, 52enne, anche lei di origini rumene.

Erano da poco passate le 22 e l’uomo stava finendo di preparare la cena per gli ospiti dell’albergo, quando in cucina si è presentata la moglie, infuriata perché da tempo il marito alla fine del suo turno di lavoro invece di rincasare preferisce passare la serata in compagnia di altre donne. Sembrava comunque solo una discussione, anche se fai toni alti, ma dopo i primi insulti la donna ha preso in mano un grosso coltello da cucina e ha colpito il marito al fianco destro.

Lui ha urlato di dolore, mentre l’assalitrice è fuggita. Così il cuoco è stato soccorso da un collega che lo ha caricato in macchina e lo ha trasportato al pronto soccorso dove i medici hanno dovuto eseguire un intervento chirurgico per evitare guai maggiori e suturare la ferita, con una prognosi di 30 giorni

Del caso si sono subito occupati i poliziotti della ‘Volante‘ di Fermo, che hanno cominciato da subito le ricerche della donna individuandola qualche ora dopo dopo nell’abitazione in cui vive con il marito. Era in stato di shock e ha dichiarato di essere scappata lì aspettando che l’andassero a prendere. Ha collaborato, tanto che il sostituto procuratore incaricato del caso non l’ha fatta arrestare ma ha denunciato a piede libero la donna per lesioni personali aggravate, tenendo conto anche della mancanza di pericolo di fuga.

Lascia un commento

Back to Top