HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsGenova, studente universitario si suicida: aveva mentito sulla laurea
ambulanza

Genova, studente universitario si suicida: aveva mentito sulla laurea

di

laurea1Aveva raccontato alla famiglia e ai conoscenti di dover preparare la tesi per la sua laurea, ma la verità era ben diversa. E’ a causa delle sue bugie che Matteo Ferrando, 26enne di Genova, ha deciso di farla finita

Le sue bugie erano diventate un peso troppo insostenibile, così tanto da fargli prendere la peggiore delle soluzioni: uccidersi. Matteo Ferrando, 26enne di Genova, si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa.

Prima dell’estremo gesto, ha scritto due biglietti indirizzati alla fidanzata e alla nonna, che si è preso cura di lui alla morte dei genitori: “Scusatemi se vi ho deluso”. Per Matteo quella enorme bugia poteva essere soltanto la rovina della sua vita, era preoccupato che i suoi affetti più cari potessero rimanere troppo delusi.

Il 26enne aveva infatti raccontato che era ad un passo dalla laurea, ma in realtà non dava esami da un paio di anni. Aveva forse paura di confessarlo, probabilmente si sentiva un fallito, ed è per questo che non ha cercato altri modi per confessare finalmente una verità che da tempo nascondeva.

A trovarlo senza vita è stata la fidanzata, preoccupata di non averlo sentito per diverso tempo. Matteo Ferrando era nella sua casa, in via Romana di Quarto, riverso per terra e in una pozza di sangue. All’arrivo dei medici del 118 per il giovane non c’è stato nulla da fare.

La pistola con la quale si è tolto la vita è una 44 Magnum, regolarmente detenuta per un’attività sportiva. Fin dal primo momento gli investigatori non hanno avuto dubbi: si è trattato di un triste suicidio ed il movente non può essere altro che quello delle troppe menzogne.

Lascia un commento

Back to Top