HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsGiallo di Isabella Noventa: gesti inequivocabili di Debora Sorgato durante il colloquio in carcere

Giallo di Isabella Noventa: gesti inequivocabili di Debora Sorgato durante il colloquio in carcere

di

Debora Sorgato è stata intercettata durante un colloquio in carcere con la madre. Ha sempre detto di non sapere dove fosse il cadavere di Isabella Noventa e di essere estranea all’omicidio, ma si è incastrata con le sue stesse mani, gli inquirenti stanno approfondendo.

Il caso di Isabella Noventa ancora una volta è protagonista delle pagine del settimanale Giallo. Dove è stato occultato il cadavere della segretaria? Nessuno lo sa tranne loro tre, Freddy, Debora e Manuela, il trio malefico. Ci sarebbero delle novità però e arrivano direttamente dal carcere dove è detenuta la sorella del ballerino con cui la 55enne aveva una relazione. Debora Sorgato è stata intercettata durante un colloquio con la madre e fa alcuni gesti considerati inequivocabili da parte degli inquirente. Sembra quasi che stia dicendo che il corpo di Isabella si trovi lontano poco prima di muovere le braccia infatti dice di guardarla e basta.

Queste informazioni sono state acquisite agli atti e si trovano nel fascicolo sull’inchiesta per l’omicidio di Isabella Noventa. Non si tratta però delle uniche intercettazioni, oltre a questa audiovideo ce n’è una telefonica in cui la signora Dolores esprime a Debora le sue preoccupazioni circa le ingenti spese legali. La Sorgato cerca di rassicurare la madre: «Lo so. Sì, lo so, ho già parlato anche di questo…Che se si riesce… ci sono insomma… ecco!». Una parte di quei soldi sono stati trovati a casa dell’ex compagno, il maresciallo Verde, ma gli altri soldi in contanti dove sono nascosti? Provengono da attività illecite? Domande a cui gli inquirenti cercano di trovare una risposta da mesi.

Il piano di Freddy Sorgato e di Debora era perfetto, non avevano tenuto contro della debolezza di Manuela Cacco. Sempre durante un colloquio, Freddy avrebbe detto alla sua ex fidanzata Rossana che non ci sono le prove del delitto nemmeno quelle che servono per dimostrare che la Cacco ha detto la verità. È sicuro e ostenta sicurezza, ma non sa che è stato lui stesso a svelare parte del piano che avevano escogitato. Le bugie che ha raccontato non salveranno né lui né la sorella Debora Sorgato, ma a questo punto dopo la chiusura delle indagini si attende solo l’inizio del processo e non sono esclusi nuovi colpi di scena.

Lascia un commento

Back to Top